Commenta

Piazza Spagna, gran finale
di fuoco tra terra e cielo:
si chiude la rassegna 2019

Il maestro asador Julian Ortiz, che giungerà dal vicino Castello di Felino, in provincia di Parma, preparerà al prezzo di 12 euro un menù a base, in particolare, di picanha alla brace e di costilla de cerdo, costine di maiale come le chiamiamo noi.

CASALMAGGIORE – Chiude domenica sera la fiera di Piazza Spagna e lo farà con uno spettacolo che rappresenta, almeno nella sua prima parte, una grande novità nel contenitore della rassegna estiva di Casalmaggiore. Prima dei tradizionali fuochi d’artificio sul Po, che rappresentano un must per questa manifestazione e che regalano panorami davvero particolari e suggestivi sfruttando la cornice e lo sfondo del Grande Fiume e della sua golena, la serata di sabato vivrà infatti un momento assolutamente nazional-popolare in piazza Garibaldi con la grande grigliata organizzata per la prima volta all’interno di un cartellone come quello di piazza Spagna.

A gestire il tutto saranno “I Carnivori”, specializzati nella cottura e nel servizio di picanha e altri piatti sudamericani a base di carne. Il tutto condito da prezzi popolari, il che non guasta di certo. Il maestro asador Julian Ortiz, che giungerà dal vicino Castello di Felino, in provincia di Parma, preparerà al prezzo di 12 euro un menù a base, in particolare, di picanha alla brace e di costilla de cerdo, costine di maiale come le chiamiamo noi.

Non è tutto: sempre a proposito di braci, di fuoco e di calore, dalle 22 ecco lo spettacolo “Inferno”, con giochi di luce e soprattutto di fuoco, a cura degli artisti della focoleria e giocoleria. Un appuntamento che trasformerà la cornice di piazza Garibaldi con ardimenti e colori probabilmente mai visti prima in questo spazio. E tutto porterà – perché di fuochi in terra così come in cielo si tratta – allo spettacolo pirotecnico finale con annesso incendio del fiume Po, che dalle 23.30 darà l’arrivederci alla Fiera di Piazza Spagna verso il 2020.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti