Commenta

Bimba di 2 anni smarrita,
Polizia Locale chiarisce: "Noi
contattati ma ad un numero errato"

"Approfittiamo di quanto accaduto - spiega Silvio Biffi - per ricordare a tutti che i due numeri da contattare in caso di segnalazioni sono 0375-284471 oppure in caso di urgenza ancora maggiore 0375-40540".

CASALMAGGIORE – “Voglio precisare che nessuna telefonata è giunta, venerdì mattina alle 8.15, al nostro comando: abbiamo verificato e in effetti un cittadino ha provato a segnalare la situazione ma ha composto un numero errato, ossia quello di un interno che in quel momento era sguarnito. Sarebbe bastato effettuare il numero del centralino e avremmo risposto, dato che erano presenti tre agenti”. La puntualizzazione è di Silvio Biffi, comandante della Polizia Locale di Casalmaggiore, e si riferisce alla bambina di due anni che era uscita di casa da sola e, prima che fosse tardi, è stata intercettata e fermata da un paio di cittadini casalesi. Uno di questi ha chiamato la Polizia Locale senza ricevere risposta, semplicemente perché il numero composto era quello di un interno in quel momento sguarnito. Poi lo stesso cittadino si era rivolto ai Carabinieri.

“Approfittiamo di quanto accaduto e di una vicenda per fortuna chiusasi col lieto fine – spiega Silvio Biffi – per ricordare a tutti che i due numeri da contattare in caso di segnalazioni sono 0375-284471 oppure in caso di urgenza ancora maggiore 0375-40540. Non vogliamo che passi un messaggio distorto: noi ci siamo e ci mettiamo a disposizione, siamo uno dei pochi comandi di Polizia Locale sul territorio che garantisce una copertura oraria molto ampia. Siamo presenti dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 20 e il sabato dalle 7.30 alle 19.30, mentre la domenica, pur essendo di servizio fuori dalla sede, abbiamo il trasferimento di chiamata attivo. Solo per fattori contingenti potremmo non essere presenti, ossia quando siamo impegnati, in particolare negli orari sensibili, con il servizio alle scuole di entrata e uscita in sicurezza degli studenti. Per il resto siamo a disposizione: era giusto puntualizzarlo”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti