Commenta

Rotonda Penny, altri problemi
oltre ai passaggi inesistenti.
difficile l'accesso in via Foscolo

CASALMAGGIORE – Avrebbero già dovuta finirla da qualche tempo. Ma il cantiere è aperto ed i lavori proseguono, prolungando il disagio soprattutto dei residenti. Perché poi sono loro a pagare il disagio più grande. La Rotonda Penny non cessa di far discutere. Oggi, a far infuriare alcuni residenti la difficoltà dell’accesso a via Foscolo. Chi abita da quelle parti è costretto ad andarsene sino al termine del Bodana Bastoni, voltare a sinistra, arrivare sino alla fine della via poi, non essendoci immissione diretta sulla rotonda Conad giungere alla ex pesa, svoltare all’interno e tornare indietro.

C’è anche la cosiddetta soluzione ‘scaltra’. Qualcuno imbocca il parcheggio del supermercato Famila per uscire dal retro. In momenti di necessità c’è chi fa anche quello.

“E noi – ci spiega una delle residenti – la strada la conosciamo. Non se ne può più. Non hanno messo un cartello, non ci hanno avvertito di nulla. C’è un camion in mezzo alla strada che lascia poco spazio, in curva. Chi arriva non vede se dall’altra parte sta arrivando qualcuno. Chi controlla?”.

Il problema non è solo quello. Non c’è un passaggio ciclopedonale anche provvisorio, ognuno passa confidando nella sorte, e tanti sono anziani. I disagi non dovrebbero durare a lungo (ma questa è una speranza), il cantiere è (o dovrebbe) essere gestito dall’amministrazione provinciale. Al momento la rotonda è solo un abbozzo che provoca disagi senza fine. C’è una signora, residente in via Foscolo, che quella strada la fa tutti i giorni, ed ha una mamma anziana che accudisce. Anche lei è profondamente arrabbiata. Ma ad essere arrabbiati sono in tanti per quei lavori che sembrano non aver mai fine.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti