Commenta

Situazione Socio Sanitaria
critica, M5S Viadana
fa il punto con i cittadini

Per quanto riguarda il Presidio ospedaliero Oglio Po, oltre alla chiusura del punto nascita, si prospetta anche la chiusura della U.O. Pediatria per mancanza di medici pediatri

VIADANA – La situazione della sanità sul territorio Oglio Po sta evidenziando ulteriori criticità.

Assistiamo ad amministratori locali del territorio che non prendono posizione rispetto al progetto sperimentale dell’ambito casalasco-viadanese che non vede quindi la messa in opera di azioni concrete e, ad oggi, non è ancora stata fatta la nomina di un Direttore.
Per quanto riguarda il Presidio ospedaliero Oglio Po, oltre alla chiusura del punto nascita, si prospetta anche la chiusura della U.O. Pediatria per mancanza di medici pediatri.

Anche  l’attività di anestesia/rianimazione è in grave sofferenza per cui  l’Azienda, per sopperire alla carenza di medici,  si avvale  di professionisti in regime di libera professione per garantire le prestazioni sanitarie, con aggravio dei costi per la collettività e senza alcuna progettualità per il futuro.

Il M5S intende fare il punto della situazione dell’area socio sanitaria viadanese-casalasco proponendo un incontro pubblico aperto a tutti, in cui si invitano a partecipare i rappresentanti del Comitato Ospedale Oglio Po, i professionisti del settore, i consiglieri comunali, i sindaci, i consiglieri regionali di tutte le forze politiche e tutti i cittadini interessati agli sviluppi dell’offerta di servizi socio-sanitari del nostro territorio e che  desiderino apportare il loro contributo e le loro esperienze.

L’obiettivo primario del Movimento 5 Stelle è fare il punto della situazione per elaborare proposte costruttive e sostenibili al fine di tutelare il servizio sanitario del territorio viadanese – casalasco.

Appuntamento per il giorno Mercoledì 24 Luglioalle ore 21,00, con l’incontro pubblico organizzato dal M5S presso la sala civica Galleria Virgilio a Viadana – Piazza Matteotti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti