Un commento

"Guardate a cosa possono arrivare":
ladri bucano il muro e rubano
sigarette a Vicomoscano

Va detto che il buco, per quanto faccia impressione per la rudezza dei mezzi utilizzati dai ladri, è abbastanza piccolo, il che lascia intendere che l’infiltrato all’interno dell’esercizio commerciale sia una figura minuta, probabilmente addirittura un ragazzino.

VICOMOSCANO (CASALMAGGIORE) – E’ il secondo colpo in quattro mesi. E questa volta i ladri per entrare hanno addirittura creato un buco nel muro. Ad essere presa di mira è stata ancora una volta la Tabaccheria di Vicomoscano, sulla strada principale, a pochi passi dalla chiesa e dall’oratorio. Un particolare non di poco conto, quest’ultimo, perché il furto è avvenuto la sera di giovedì in concomitanza con una festa proprio in oratorio.

Era accaduto la stessa cosa due anni fa, perché probabilmente i malviventi hanno pensato di sfruttare il vociare dei ragazzi e il clima di festa, appunto, con le persone fuori di casa e in buona parte riunite nell’oratorio della frazione di Casalmaggiore. Due anni fa furono prese di mira alcune abitazioni, stavolta invece – come detto – la rivendita di sigarette e giornali.

A sparire sono state diverse stecche di sigarette, quelle esposte in particolare, non Gratta e Vinci, come era accaduto quattro mesi fa nello stesso esercizio, “perché ormai di Gratta e Vinci da allora non ne tengo più in negozio la sera” ha detto il titolare Umberto Corsi. La sua denuncia è scattata subito dopo avere dato il via ai lavori di riparazione del muro, con la chiusura del negozio per la sola giornata di venerdì.

I ladri sono entrati, dunque, da un muro di confine rispetto a una casa, disabitata da tempo, adiacente la Tabaccheria: un muro spesso, non facile da perforare, tanto che sono stati ritrovati scalpello e martello a breve distanza, oltre ad alcune sigarette quasi certamente perdute dai malviventi durante la fuga, avvenuta presumibilmente in mezzo ai campi dietro via Manzoni. Pure un piede di porco è stato rintracciato, utilizzato per forzare una porta interna. Va detto che il buco, per quanto faccia impressione per la rudezza dei mezzi utilizzati dai ladri, è abbastanza piccolo, il che lascia intendere che l’infiltrato all’interno dell’esercizio commerciale sia una figura davvero minuta, probabilmente addirittura un ragazzino.

Sul caso indagano i Carabinieri di Casalmaggiore. Nella via non vi sono telecamere di videosorveglianza e l’allarme non è scattato, pur non essendo mai stato disinserito, il che lascia pensare che i ladri conoscessero molti aspetti del sistema di sicurezza del negozio. Il furto, molto probabilmente, è stato messo a segno tra le 22 e la mezzanotte di giovedì. “Queste sono le fotografie del muro rotto – spiega Corsi – . E’ giusto che tutti sappiano cosa possono arrivare a fare queste persone”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Lp

    Questa gentaglia non ha più paura di niente. Tanto anche se li prendono sono in libertà dopo un paio di giorni. Se la giustizia italiana funzionasse come dovrebbe, questi episodi non si verificherebbero così frequentemente. Ma d’altra parte in un paese di ladri, governato da ladri, cosa ci si può aspettare?