Commenta

Rotary Poc, a San Lorenzo
il passaggio di consegne:
da Delvò a Tripodi

Delvò ha fatto un breve riassunto della sua annata: "Ho iniziato questa avventura cercando di portare qualche novità pur mantenendo una certa continuità con Elisa Gozzi che mi ha preceduto".

SAN LORENZO PICENARDI – Nella splendida cornice del Castello di San Lorenzo si è svolta la conviviale del passaggio delle consegne del Rotary Club Piadena Oglio Chiese. Un susseguirsi di emozioni: dai ringraziamenti del Presidente Gianmario Delvò che ha ripercorso i vari services realizzati, all’ingresso del nuovo socio, l’avvocato Giovanni Toffali, al riconoscimento PHF a Gianmario Delvò e Paolo Mauri e al passaggio di testimone con spilla e collare rotariani al nuovo Presidente Gianfranco Tripodi.

Presenti alla serata: Maurizio Mantovani, Governatore 2019/2020 per il Distretto Rotary 2050, Daniel Damia Assistente del Governatore, Marco Lancini Presidente Rotaract Piadena Casalmaggiore Asola, Gianluca Bocchi Presidente Rotary Club Casalmaggiore Viadana Sabbioneta 2018/2019, Marina Scomparin Troletti Presidente Club Inner Wheel Casalmaggiore, Federica Sarzi Prefetto e prossimo Segretario Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po; oltre a tantissimi soci, amici e ospiti che hanno condiviso in spirito di servizio e amicizia rotariana questa bellissima serata, allietata dal gruppo musicale del Maestro Aldo Lucchini e conclusa con la musica del Dj Giacomo Bozzoli.

Delvò ha fatto un breve riassunto della sua annata: «Ho iniziato questa avventura cercando di portare qualche novità pur mantenendo una certa continuità con Elisa Gozzi che mi ha preceduto. Su questa linea il nostro Club ha continuato ad appoggiare l’iniziativa del Tennis in carrozzina, è stato anche rafforzato il rapporto con le scuole e la collaborazione con l’Istituto comprensivo di Piadena. Abbiamo collaborato con la Cooperativa Frassati di Canneto sull’Oglio. Con la scuola la collaborazione è continuata tramite il progetto “Art Book”». E poi la gita organizzata alla Pinacoteca di Brera, le due conviviali dedicate al centenario della fine dalla Prima Guerra Mondiale, lo spettacolo teatrale sulla violenza sulle donne a favore di MIA, la sala conferenze nella Casa di Riposo di Isola Dovarese, l’aiuola a Villa Medici, oltre alle collaborazioni con gli altri club.

V.R.

© Riproduzione riservata
Commenti