Commenta

Marcaria, calo demografico
Simonazzi: "Colpa anche di
un comune poco attrattivo"

"Non si vede una politica che guardi nella direzione di incentivare nuove famiglie a venire a vivere a Marcaria, non ci sono agevolazioni di nessun tipo, i servizi sono tutti a pagamento e in moltissimi casi non sono nemmeno previste riduzioni per famiglie meno abbienti".

MARCARIA – “C’è un dato molto preoccupante che questa Amministrazione presenta nell’ultimo Documento Unico di Programmazione e cioè il calo della popolazione residente a Marcaria”. A parlarne è Stefano Simonazzi, consigliere di minoranza di Marcaria. “Non da oggi – spiega Simonazzi – assistiamo a un calo della popolazione residente nel nostro Comune, solo nel triennio 2014-2016 si è riusciti a ridurre questo calo ma nel 2017 e 2018 assistiamo a una perdita di popolazione notevole. Fino a poco tempo fa il calo demografico era dovuto  al saldo negativo tra nascite e morti, cioè nel nostro comune nascevano molti meno bambini rispetto a decessi nello stesso anno, per un po’ questa differenza è stata mitigata dall’arrivo di nuovi residenti da fuori Marcaria ma oggi il dato allarmante è l’inversione di questa tendenza: ci sono molti più cittadini che se ne vanno da Marcaria, per andare a vivere in altri comuni, rispetto a chi decide di venire a vivere nel nostro Comune”.

“Se cerchiamo le ragioni per cui il nostro Comune non è attrattivo – prosegue Simonazzi – le si trovano facilmente perché abbiamo la tassazione più alta della provincia: IMU, Addizionale IRPEF sono al massimo, mentre le esenzioni sono al minimo. Non si vede una politica che guardi nella direzione di incentivare nuove famiglie a venire a vivere a Marcaria, non ci sono agevolazioni di nessun tipo, i servizi sono tutti a pagamento e in moltissimi casi non sono nemmeno previste riduzioni per famiglie meno abbienti”.

“Sul fronte delle aziende – conclude Simonazzi – bene gli investimenti fatti dalle imprese locali ma sono frutto solo della lungimiranza e dell’attaccamento al territorio di questi imprenditori perché, anche per le aziende, il Comune non ha previsto nessuno sgravio per chi investe, nessuna agevolazione per chi decide di creare una nuova azienda o per chi decide di ampliare la propria. Non si vedono politiche per sostenere il lavoro. Senza sostegno a imprese, lavoro e famiglia un comune non può crescere. Questa è una fotografia del nostro Comune che dovrebbe far pensare ma sembra che questa Amministrazione e questo Sindaco non riescano a pensare a lungo termine ma si interessino solo del contingente senza avere una visione del futuro e non hanno idee su come rilanciare Marcaria”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti