Commenta

Canneto sull'Oglio, nessun
inquinante nel Naviglio,
sospiro di sollievo

la problematica non era dovuta a fattori inquinanti bensì all'insufficente presenza di ossigeno causata dallo scarso livello dell'acqua e dall'elevata temperatura dell'ambiente

CANNETO SULL’OGLIO – Nessun agente inquinante, solo scarsità d’acqua, surriscaldamento ed insufficente presenza di ossigeno. Questo quanto chiarisce l’amministrazione di Canneto che, dopo la segnalazione di un privato cittadino, ha attiato tutti i canali istituzionali per il controllo delle acque del canale Naviglio. Questo il comunicato dell’amministrazione.

“A seguito di segnalazione prontamente effettuata da privato cittadino, che ringraziamo, datata venerdì 26 luglio, in merito alla presenza di acqua stagnante, torbida e scura nel canale Naviglio con alcuni pesci boccheggianti ed altri morti, la Polizia Locale di Canneto sull’Oglio, in collaborazione con A.R.P.A., A.T.S. e Consorzio Garda Chiese, ha effettuato sopralluogo volto a comprendere l’accaduto ed i possibili rimedi.

Come precisato dalla relazione fatta successivamente pervenire da A.R.P.A., sul posto venivano appurate le condizioni dell’acqua del canale Naviglio e si determinava che la problematica non era dovuta a fattori inquinanti bensì all’insufficente presenza di ossigeno causata dallo scarso livello dell’acqua e dall’elevata temperatura dell’ambiente.
Si decideva quindi di far defluire immediatamente, nel canale stesso, una maggiore quantità d’acqua per aumentare l’ossigenazione.

Veniva altresì precisato che la torbidità dell’acqua era comprensibilmente dovuta al dilavamento dei terreni a seguito dell’abbondante pioggia caduta la notte precedente.
Dopo il suddetto sollecito intervento, la situazione è tornata nella normalità nel giro di poche ore”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti