Un commento

L'autostrada si allontana?
Toninelli: "Noi pronti a
riqualificare la SS10"

La prima fase progettuale della riqualificazione della ex SS 10 peraltro potrebbe partire in tempi brevissimi attraverso l’uso di FSC in disponibilità della Regione, di concerto con il Mit. Un’operazione su cui siamo aperti al confronto

“Ancora una volta il progetto autostradale della Cremona-Mantova subisce un rinvio a data da destinarsi, ma oggi vediamo che le numerose perplessità sollevate negli anni dal Movimento 5 Stelle e dai comitati dei cittadini appaiono finalmente condivise anche dalla Regione Lombardia”.

Lo dice in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli.

“Da anni noi proponiamo una riqualificazione della ex SS10, oggi strada provinciale, in alternativa al progetto dell’autostrada. Accolgo quindi con piacere – aggiunge Toninelli – la nuova apertura di Regione ad avviare una interlocuzione con Anas per la riqualificazione della Mantovana. Da parte mia c’è la piena disponibilità a collaborare fattivamente per giungere in tempi celeri alla progettazione di questa importante opera, dando così una risposta finalmente concreta alle migliaia di cittadini che ogni giorno percorrono la tratta che collega Cremona con Mantova. Un’opzione fattibile per costruire un’infrastruttura all’altezza degli elevati flussi di traffico, togliendolo così dai centri urbani, diminuendo i tempi di percorrenza e aumentando la sicurezza”.

Il titolare del dicastero di Porta Pia prosegue: “La scelta ovviamente dovrà essere condivisa da tutto il territorio, ma voglio che sia chiaro ai sindaci, ai presidenti delle due province e alla Regione che il mio Ministero ed Anas sono a disposizione per una soluzione concertata. L’opera andrebbe fatta anche attraverso un cofinanziamento regionale, salvaguardando così al tempo stesso tutti gli investimenti infrastrutturali della Regione nelle due province, dato l’importo più contenuto rispetto al progetto dell’autostrada”.

“La prima fase progettuale della riqualificazione della ex SS 10 peraltro potrebbe partire in tempi brevissimi attraverso l’uso di FSC in disponibilità della Regione, di concerto con il Mit. Un’operazione su cui siamo aperti al confronto”, conclude Toninelli.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Cesare Vacchelli

    Apprezziamo l’apertura e la disponibilità del ministro e confidiamo sul fatto che questo contribuisca a chiudere definitivamente il discorso autostrada Cr-Mn, concentrando il dibattito sul tema della riqualificazione SP10.

    Martedì scorso, tra le ipotesi illustrate e prese in considerazione al tavolo regionale sulle infrastrutture, c’era anche quella da noi presentata in regione il 17 luglio scorso.

    Vale a dire la riqualificazione in sede della SP10, facendola diventare una strada extraurbana di categoria C1 (strada ad una carreggiata dell’ampiezza di 10,50 mt) e dal costo di 78 mln di euro (130 mln con le tangenziali mancanti).

    Ribadiamo come questa sia ancora, tra quelle oggi considerate, l’unica ipotesi concreta, fattibile e sostenibile.
    La riqualificazione da noi proposta nulla ha a che vedere con la proposta di realizzare una inutile, ed economicamente insostenibile, superstrada dal costo proibitivo di 700/800 mln di euro, interamente a carico del pubblico. Un’opera estremamente impattante e sovradimensionata rispetto al traffico sulla SP10 (che si aggira su un valore medio giornaliero di circa 8000/9000 veicoli – come da dati ufficiali delle due province)
    Uno spreco di risorse che precluderebbe, inoltre, la possibilità di finanziare ulteriori e necessarie opere per i territori interessati.