Commenta

La Regione e ATS contrattualizzano
"I filòs" di Casatico. Torchio:
"Il miracolo di don Primo"

"Una decisione giusta, che dà al mantovano la possibilità di sovvenzionare con la compartecipazione della Regione le presenze in questa nostra realtà, per alleviare la sofferenza e per creare felicità e speranza nel futuro" commenta il sindaco di Bozzolo.

CASATICO (MARCARIA) – Una bellissima notizia da Regione Lombardia e da ATS Valpadana. A renderla nota è Giuseppe Torchio, sindaco di Bozzolo, via Facebook. “È successo un miracolo, uno di quelli che recano l’impronta di Don Primo Mazzolari. La Regione, assessorato ed ATS Valpadana, hanno accolto una nostra forte, costante, decisa, continua richiesta e ha completato un’attesa ed insieme un’intuizione: l’attesa di tante famiglie ed amministrazioni per la “contrattualizzazione”, cioè il sovvenzionamento della residenza protetta “I filós” di Agorà a Casatico, e l’intuizione di Carlo Orlandini, amico e compianto sindaco di Marcaria e di altri che, rilevando la struttura ex CSE di Bozzolo, riuscì ad ottenere un contributo e a dare il via alla struttura”.

“Quante riunioni di Giunta – ricorda Torchio – assemblee di Sindaci, incontri con il Direttore Generale dell’Ats Valpadana Salvatore Mannino, lettere ai Consiglieri di maggioranza e di opposizione ed agli Assessori regionali, incontri al massimo livello in Regione. L’ultimo proprio giovedì, giorno della bellissima decisione, una decisione giusta, che dà al mantovano la possibilità di sovvenzionare con la compartecipazione della Regione le presenze in questa nostra realtà, per alleviare la sofferenza e per creare felicità e speranza nel futuro. Grazie a tutti gli autori, già ringraziati di persona, autori di una cosa grande, di una grande speranza, di una cosa bella. Dedicato a chi ci vuole bene”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti