Commenta

"Sulle strade della Mille
Miglia": presentata a
Piadena Drizzona la mostra

Il sindaco Priori, l'assessore Pozzi e lo storico Facconi introducono la novità culturale per la fiera di settembre. Una serie di fotografie che raccontano il legame tra il territorio Oglio-Po e la Mille Miglia.

A Piadena Drizzona si corre veloci sulle strade della storia e della cultura. Tra grandi personaggi storici e icone dello sport, durante la fiera di settembre la Mille Miglia torna di nuovo a sfrecciare nelle strade di un paese che ha visto gli albori e alcuni grandi momenti della corsa di auto più famosa del mondo.

Nella mattinata di venerdì è stata presentata la mostra fotografica “Sulle strade della Mille Miglia ieri e oggi” che verrà allestita nel Chiostro dei Gerolamini, all’interno del Palazzo Municipale, in occasione della fiera dal 6 al 10 settembre. L’iniziativa, promossa dall’assessorato alla Cultura, è stata illustrata dal sindaco Matteo Priori, dall’assessore Federica Pozzi e da Attilio Facconi, storico della corsa con all’attivo pubblicazioni e ricerche su auto e piloti del passato e curatore della mostra. La mostra ad ingresso libero – spiegano gli organizzatori – sarà allestita sotto il porticato con gigantografie e in due sale al piano terra. Saranno poco più di quaranta fotografie, in bianco nero e a colori, che racconteranno il passaggio della Mille Miglia a Piadena e il contesto storico-culturale di un’epoca ormai passata.

“Durante la fiera volevamo inserire qualcosa che avesse particolare significato per il nostro territorio. In questo caso, degli avvenimenti storici sui ‘rumori’ di una volta che hanno accompagnato la gioventù di tanti di noi e dell’idea di coloro che correvano in quelle vetture”, ha introdotto Priori. Un’esposizione fotografica che avrà come protagonista Piadena e la sua statale, sulla quale passarono le prime vetture a grande velocità nei albori di quella che diventerà la famosa Mille Miglia. “Il nostro è stato un territorio che ha vissuto questi grandi eventi dagli inizi del secolo, fin dalle origini del circuito avvenuto l’11 settembre del 1899″; è una bella storia di Piadena e di tutto il nostro comprensorio che ha vissuto quegli avvenimenti”, sostiene Facconi. Una mostra fotografica che avrà come punto di riferimento il racconto del “giallo del sorpasso di Piadena” nella corsa del 1957, quando il pilota Piero Taruffi compì un rischioso sorpasso sul rettilineo del passaggio a livello su Von Trips. Un gesto tecnico entrato nei miti della Mille Miglia e documentato da uno scatto dell’epoca ad opera del piadanese Stefano Martinelli, icona del manifesto e della mostra stessa. Ad arricchire l’iniziativa è la ricostruzione fedele dello spirito dell’epoca e dell’episodio più noto del sorpasso, “grazie ad un’assidua ricerca bibliografica e fotografica degli archivi e alla raccolta di testimonianze dirette confrontate con i documenti dei tempi di gara ufficiali”, spiega lo storico.

“Mi hanno suggerito il nome di Facconi – spiega la Pozzi -. Ho colto l’occasione e per la fiera avremo questa esposizione, grazie all’entusiasmo di Attilio e con il quale siamo contenti di aver avviato questa collaborazione”. La mostra verrà inaugurata con una conferenza sul tema giovedì 5 settembre alle ore 21 nel Chiostro del Comune. I relatori saranno Francesco Pelizzari, direttore della rivista ‘Automobilismo d’Epoca’, i vincitori della Mille Miglia e della Coppa delle Dame 2019 Daniele Bonetti e Francesca Ruggeri e Fabrizio Rossi, presidente internazionale del registro Officine Meccaniche. Così a Piadena, almeno per qualche giorno, si potrà conoscere una piccola quanto preziosa parte del passato del territorio Oglio-Po. E rivivere una leggendaria corsa d’auto fatta di sprovveduti eroi su quattro ruote e di una Storia fatta di uomini, donne e motori che continua ad affascinare persone di ogni generazione.

Jacopo Orlo

© Riproduzione riservata
Commenti