Commenta

Cavallari, bilancio di 4 anni
di mandato ricordando Cavatorta:
"Ora Arena e Caserma VVFF"

"La realtà di Viadana è complessa: 100 km di territorio, 13 comunità, 20.000 abitanti, un enorme patrimonio di demanio comunale, 10 cimiteri, 13 plessi scolastici, tantissimi immobili, 200 km di strade comunale, enormi spazi pubblici e aree verdi da curare".

VIADANA – Bilancio quasi di fine mandato per l’amministrazione comunale di Viadana col vicesindaco Alessandro Cavallari che spiega quanto è stato fatto in questi cinque anni, confermando la volontà di rimettersi in gioco dal 2020 (non necessariamente come primo cittadino) e ringraziando il compianto Giovanni Cavatorta, sindaco di Viadana scomparso il 18 maggio 2019.

“Come Amministrazione abbiamo raggiunto i 4 anni di mandato – spiega Cavallari -. Colgo dunque l’occasione per fare il punto della situazione. L’impegno da parte di tutti gli assessori e consiglieri continua ad essere quotidiano, importante e costante. La realtà di Viadana è complessa: 100 km di territorio, 13 comunità, 20.000 abitanti, un enorme patrimonio di demanio comunale, 10 cimiteri, 13 plessi scolastici, tantissimi immobili, 200 km di strade comunale, enormi spazi pubblici e aree verdi da curare. Una sfida costante a cui far fronte per cercare di gestire il tutto decorosamente con risorse manutentive sempre più esigue. Grazie al lavoro preciso e costante del Sindaco con delega al Bilancio Giovanni Cavatorta e alla compattezza e alla determinazione della maggioranza, è stato possibile approvare il quarto bilancio di previsione pluriennale del mandato”.

“L’Ente è sano – spiega Cavallari – come appurato dal parere dei revisori: basti pensare che nel 2015 il debito era di 13.820.000 euro mentre a nel 2019 risulta essere di 8.896.000,00 euro, dato di cui l’Amministrazione e Viadana possono essere orgogliosi. Stiamo continuando a lavorare per ridare dignità al nostro comune, in modo da lasciarlo migliore di come l’abbiamo trovato. Abbiamo rimesso in moto la macchina comunale e riordinato, per quanto possibile, l’organizzazione interna, cercando di bilanciare i settori e il personale, tra mille difficoltà cercando di aumentare la dotazione con nuove assunzioni e nuovi concorsi. Tanti comuni continuano a chiederci di poter attingere alle nostre graduatorie, segno della competenza di chi si occupa dei vari settori. Altro intervento significativo per la cittadinanza è stato l’introduzione del nuovo orario interno per il personale che risponde maggiormente alle esigenze del cittadino-utente. Abbiamo intrapreso investimenti per 12.812.389,90 euro così suddivisi: 873.021,74 per interventi di edilizia scolastica, 3.267.197,37 per interventi sulla viabilità e pubblica illuminazione, 5.285.213,82 per interventi su impianti sportivi compreso il palazzetto, 3.366.956,97 per interventi sul patrimonio, pubblica sicurezza, edilizia abitativa e uffici”.

“Quindi, nonostante sia stato ridotto l’indebitamento, non abbiamo rinunciato – prosegue Cavallari – a investire milioni di euro in opere e servizi, basti pensare al palazzetto, alla raccolta rifiuti che ha visto un taglio sulla tassa per i cittadini (fatto più unico che raro in un periodo di aumenti), all’illuminazione pubblica a LED, ai numerosi interventi di manutenzione straordinaria nelle scuole, alla riqualificazione degli impianti sportivi, al piano asfalti più importante degli ultimi anni, ai servizi per le fasce deboli della popolazione, alla nuova attenzione verso le frazioni, alle risorse per l’istruzione e la cultura, operando importanti investimenti attraverso il Piano per il Diritto allo Studio e il MuVi, ai nuovi eventi, alle casette dell’acqua, ai numerosi cofinanziamenti ottenuti tramite la partecipazione a bandi, agli importanti investimenti per la revisione generale del piano di governo del territorio. Tutto questo portato avanti attraverso scelte, progettualità e cofinanziamenti per centinaia di migliaia di euro ottenuti grazie a bandi vinti e finanziamenti a fondo perduto, in particolar modo con Regione Lombardia che non ci stancheremo mai di ringraziare. Nei prossimi mesi, tra le altre cose, avranno luogo gli interventi relativi al rifacimento della fontana di piazza Manzoni, la realizzazione della ciclabile di via Vanoni e la messa in sicurezza di tutte le altre, la necessaria rotonda in via Kennedy ed un importantissimo investimento, l’ulteriore, sul sistema di videosorveglianza con l’installazione di nuovi ponti radio e telecamere che permetteranno la visione anche all’arma dei Carabinieri e non solo alla Polizia locale. Nel 2015 abbiamo ereditato un sistema di video sorveglianza assolutamente obsoleto, nel corso di questi anni abbiamo investito parecchie migliaia di euro per renderlo efficace e sicuramente continueremo a farlo”.

“Tanto abbiamo fatto, sicuramente molto c’è ancora da fare – conclude Cavallari -. Tra i tanti obiettivi per il futuro, ci piacerebbe proseguire con la riqualificazione e gestione dell’Arena spettacoli, con la costruzione di una nuova Caserma dei Vigili del Fuoco e di un nuovo plesso scolastico nelle frazioni sud. Siamo consapevoli del grande impegno necessario e di certo non ci sottraiamo proprio ora. Andremo avanti per ottenere il massimo da noi stessi e dalla struttura che in questi anni abbiamo rimesso in moto con decisione, con il prezioso aiuto di tutti e con un forte senso civico. Da parte nostra riteniamo sia prematuro parlare di candidature alle amministrative 2020. Siamo concentrati nel portare a termine gli impegni presi con i cittadini. A titolo personale posso affermare che metterò senz’altro a disposizione della squadra l’importante esperienza umana e amministrativa maturata in questi anni a fianco del Sindaco e amico Giovanni Cavatorta”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti