Commenta

La Domus Pasotelli in festa:
un momento di apertura
anche per gli anziani ospiti

La parte più bella, dopo quella gastronomica, è stata la sfilata di abiti vintage, indossati dalle stesse ospiti anziane accompagnate da alcune volontarie, organizzata nel giardino della struttura.

BOZZOLO – La Rsa Domus Pasotelli di Bozzolo si apre alla gente. Rinnovando una tradizione che si ripete  ogni anno, anche sabato sera la Casa di Riposo ha allestito una lunga serie di tavoli a cui si sono accomodate tante persone, non solo parenti dei degenti ma pure amici e conoscenti che apprezzano i servizi offerti dall’Istituzione. Gli ospiti della Domus, come ha sottolineato il direttore Tonino Pettina, hanno bisogno di un contatto con l’esterno e per questo sono gradite le visite, non solo da parte di parenti e congiunti, ma anche di coloro che semplicemente desiderano visitare gli ambienti e scambiare due parole con chi, per ragioni di età, è costretto a trascorrervi intere giornate.

Alla grande cena, con decine e decine di commensali, insieme al dirigente Pettina, sempre gentile e disponibile, erano presenti i sacerdoti di Bozzolo, dal parroco don Luigi Pisani ai collaboratori don Nicola e don Bruno, oltre alle Suore e al sindaco Giuseppe Torchio. Ottimo il menù allestito con antipasti, agnoli in brodo, stracotto con polenta e dolci finali. La parte più bella, dopo quella gastronomica, è stata la sfilata di abiti vintage, indossati dalle stesse ospiti anziane accompagnate da alcune volontarie, organizzata nel giardino della struttura.

Emozione ha suscitato poi l’ingresso di alcune mamme con in braccio i loro piccoli neonati, tutti agghindati con gli stessi abbigliamento suggerito dal tema della serata. Musica e presentazione sono state a cura del gruppo di Castel Goffredo “I Piocc” con canti popolari e brani d’atmosfera. Tutta l’organizzazione invece è stata curata dalle animatrici e dal personale della Domus Pasotelli Romani.

Ros Pis 

© Riproduzione riservata
Commenti