Commenta

Festa Avis di Canicossa, di
fronte alle cover di Zucchero
oltre 500 pasti serviti

Davanti a un foltissimo pubblico lo show è andato crescendo in maniera tale dal riuscire alla fine a far alzare quasi tutta la gente dalle sedie raggruppandone un gran numero in pista in un vortice di ritmo e armonie irresistibili

CANICOSSA (MARCARIA) – La musica riesce a contagiare talmente in profondità al punto da spingere molte persone a cercare di imitare i propri beniamini sino a diventarne la fotocopia perfetta. Questo quanto ammesso lunedi sera dal cantante che ha portato sul palco lo show in omaggio a Zucchero Fornaciari durante la festa dell’Avis a Canicossa.

Ci sono ormai tantissimi spettacoli in giro per l’Italia attraverso i quali vengono proposte esibizioni di artisti che riproducono perfettamente lo stile di cantanti famosi. L’artista di lunedi sera ha spiegato appena salito sul palco di avere un grande rispetto per Zucchero sottolineando che la scelta di imitarlo voleva rappresentare proprio la testimonianza di una smisurata ammirazione nei confronti del cantautore reggiano.

Davanti a un foltissimo pubblico lo show è andato crescendo in maniera tale dal riuscire alla fine a far alzare quasi tutta la gente dalle sedie raggruppandone un gran numero in pista in un vortice di ritmo e armonie irresistibili.

Due ore di concerto ascoltando le più celebri composizioni da “Senza una donna” “Diavolo in me” “Hey man” “Rossa mela della sera” sino alle splendide “Diamante” e “Cosi Celeste” concludendo con “Per colpa di chi” dove un grosso gallo gonfiabile è apparso sul palco scatenando ilarità per quella divertente scenografia di plastica. Nel frattempo in fondo alla grande area delle festa il display continuava a proiettare il numero dei clienti serviti a cena, superando abbondantemente. quota cinquecento. A conferma di quanto i menù di ogni Festa Avis sappiano sempre conquistare e convincere i palati della gente.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti