Commenta

Hope, sette mesi dopo
il gesto sadico a Bozzolo.
E' a Viadana, e sta bene

Era stata portata alla clinica veterinaria 'Città di Bozzolo' dalla gattara che si prendeva cura della colonia di cui l'esile felino rosso faceva parte, ferita e sofferente

VIADANA – Nessuno l’avrebbe detto sette mesi fa, ma a guardarla adesso, la piccola Hope, sembra una gatta come tutte le altre. Ha vinto lei, e non per nulla si chiama ‘speranza’ perché la speranza che ce la facesse ha attraversato i tantissimi che ne hanno seguito le sorti da quando, agli inizi di gennaio di quest’anno, in una cascina di Bozzolo, era stata presa di mira da un coglione bipede (o più d’uno, visto che in genere girano almeno in coppia) che le aveva lanciato addosso un petardo provocandole una lacerazione profonda nella parte posteriore.

Era stata portata alla clinica veterinaria ‘Città di Bozzolo’ dalla gattara che si prendeva cura della colonia di cui l’esile felino rosso faceva parte, ferita e sofferente. Era la gatta più mansueta del gruppo che aveva trovato dimora in quella cascina sconosciuta ai più, quella che si faceva avvicinare da tutti, senza problemi. Proprio questa sua caratteristica l’aveva portata a contatto con il sadico che le aveva provocato tanto dolore. La dottoressa Alice Ferrari ed il suo staff avevano deciso, a loro spese, di prendersene cura.

Giorni e giorni di medicazioni, di cure, di apprensione cercando di scongiurare il pericolo più grande, quello di un’infezione. Piano piano Hope è guarita, la ferita si è riemarginata e fortunatamente quel gesto inconsulto non le ha causato grossi problemi. E’ rimasta una gatta tenera, non ha perso la fiducia nell’uomo e da mesi ormai gode delle continue cure ed attenzioni di una coppia di Viadana, Amanda e Carlo che, appresane la storia su Oglioponews e sui social, avevano deciso di adottarla.

Il sadico (o i sadici) purtroppo sono ancora in giro in quel di Bozzolo ma, per una volta, è stata la vita a vincere. O meglio, è stata la speranza. E’ stata Hope, e tutti coloro che in questi lunghi mesi l’hanno curata e le hanno voluto bene. Le foto ce le ha mandate un’amica di Amanda e Carlo, e le pubblichiamo volentieri. “Le hanno dedicato – ci spiega – cure infinite, terapie più volte al giorno e tanto tanto affetto e dedizione. Ecco gli incredibili risultati!”.

Incredibili davvero. Un bellissimo lieto fine che ci fa felici.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti