Commenta

Amministratori pubblici,
no alla scontistica di AFM.
CNC presenta una mozione

Percettori che ne possono benissimo fare a meno. Un 10% non è una gran cifra, ma è il concetto che è sbagliato, e proprio per abolire questo privilegio che CNC Vappina, a firma dei suoi 5 consiglieri, ha presentato una mozione

CASALMAGGIORE – Un tempo li chiamavano privilegi. Perché se le agevolazioni sono a favore di chi non ne ha, di anziani e deboli, si possono considerare tali. Se invece sono a favore di chi – in fondo – non ne ha alcun bisogno, allora non hanno altra definizione possibile. Uno di questi privilegi è a favore proprio dei membri del comune, in primo luogo amministratori e consiglieri comunali e consiste nello sconto del 10% su tutti i prodotti da farmacia.

Come spiega Pierluigi Pasotto (CNC Vappina) un privilegio da cancellare, proprio a partire dai consiglieri per arrivare – in seguito – ad altre categorie che godono ancora di questo particolare favore. Percettori che ne possono benissimo fare a meno. Un 10% non è una gran cifra, ma è il concetto che è sbagliato, e proprio per abolire questo privilegio che CNC Vappina, a firma dei suoi 5 consiglieri, ha presentato una mozione. Questo il testo che verrà discusso nel prossimo consiglio comunale.

Mozione a favore dell’abolizione della scontistica , prevista per consiglieri e amministratori del comune di Casalmaggiore

Il gruppo consiliare Casalmaggiore la nostra casa – Vappina

Considerato che

Presso l’ AFM di Casalmaggiore, partecipata al 100% dal Comune stesso , sono previsti particolari sconti , attorno al 10%, a favore di consiglieri e amministratori comunali in carica , per l’acquisto di prodotti .

Dato che

Riteniamo che certi privilegi non abbiano più una giustificazione, e che sia necessario dare esempi tangibili ai cittadini, in tempi di difficoltà per tante persone a reperire risorse per potersi curare .

Ritenendo inoltre che

L’AFM , in quanto azienda a totale partecipazione pubblica , debba avere conti e bilanci in ordine , ma un occhio di riguardo ,verso problematiche sociali che interessano tanti concittadini perlopiù anziani del nostro territorio, praticando una politica dei prezzi , ove possibile calmierata .

Chiede al consiglio di votare affinché

Vengano aboliti , da subito, gli sconti previsti per consiglieri e amministratori.
Che tali sconti vengano previsti e praticati nei riguardi di persone anziane, malati cronici o altri utenti deboli segnalati da servizi sociali o medici di base , previo studio di apposito protocollo.

L’opposizione chiede che gli sconti vadano a favore di chi ne ha effettivamente bisogno.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti