Commenta

Commessaggio, gasolio
nel Canale Navarolo: il pronto
intervento evita il peggio

Saranno effettuati monitoraggi e presidi anche attraverso la predisposizione di telecamere mobili “fototrappole” in punti sensibili e saranno inaspriti i controlli lungo il corso d’acqua. L’allarme è poi prontamente rientrato nelle ore successive.

COMMESSAGGIO – Venerdì 30 agosto, di prima mattina, alcuni cittadini hanno segnalato un intenso odore di gasolio e chiazze oleose transitare nel canale Navarolo in località Salicata comune di Commessaggio. Prontamente sagnalata la situazione al tecnico del Consorzio di Bonifica Navarolo, ente titolare del corso d’acqua, che ha ripercorso a ritroso il fiume per cercare di individuare eventuali responsabili dell’inquinamento, che pare sia riconducibile ad una zona del cremonese da un canale affluente al Navarolo. La segnalazione ha attivato il  coordinamento Regionale della protezione civile con l’intervento di ARPA, ATS-Valpadana, Vigili del Fuoco di Mantova/Viadana, Consorzio di Bonifica Navarolo e le amministrazioni coinvolte, Commessaggio, Sabbioneta, Rivarolo del Re e Viadana.

Fortunatamente le chiazze oleose sono state contenute dalla chiusa sul Navarolo in località Cantonazzo Foà, tra i comuni di Viadana, Sabbioneta e Commessaggio. La problematica prontamente affrontata ha sensibilizzato le Amministrazioni coinvolte su come intervenire unitamente a protezione ed a difesa territorio e dell’ambiente cosa molto cara a tutti. Saranno effettuati monitoraggi e presidi anche attraverso la predisposizione di telecamere mobili “fototrappole” in punti sensibili e saranno inaspriti i controlli lungo il corso d’acqua. L’allarme è poi prontamente rientrato nelle ore successive grazie al tempestivo intervento di tutti e con l’installazione di una barriera assorbente specifica. Si invitano tutti coloro che dovessero riscontrare presenze di materiali inquinanti, rifiuti abbandonati e altre situazioni gravose per l’ambiente a segnalarle tempestivamente ai propri comuni ed alle proprie polizie locali denunciando, se possibile, i trasgressori.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti