Commenta

Asola, i lavori all'ospedale?
Sono già in ritardo di sei mesi
E manca ancora il bando

“Sarebbe già importante avere entro fine 2019 il primariato di Medicina, senza dimenticare Anestesia e Pediatria” spiega Raffaele Favalli, ex sindaco ora in minoranza, che parla di sei mesi di ritardo rispetto al primo cronoprogramma.

ASOLA – I lavori all’ospedale di Asola? Tocca attendere ancora: il bando che doveva assegnarli, infatti, atteso inizialmente per giugno e poi per luglio, non è ancora stato pubblicato e dovrebbe uscire a settembre. Così le promesse dell’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, ossia di concludere i lavori entro il 2021, sono ancora in piedi, ma già si registra un ritardo significativo soltanto nell’assegnazione dei lavori stessi. Le operazioni di riqualificazione, salvo ricorsi delle aziende (che nel pubblico sono purtroppo all’ordine del giorno, come la vicenda del ponte di Casalmaggiore-Colorno ha dimostrato ampiamente), partiranno nel caso migliore a gennaio o febbraio.

“Il ritardo è ormai imbarazzante – spiega Andrea Fiasconaro, consigliere del Movimento 5 Stelle -. Solleciterò la risposta alla mia interrogazione, che avevo presentato a luglio. È paradossale che, ormai a un anno da quando sono stati messi a disposizione i soldi dalla Regione, ossia 2 milioni e 350mila euro, i lavori siano ancora fermi”. Il timore è di arrivare a un lento depotenzialmento del presidio, per scongiurare il quale nel 2017 il Comitato per l’ospedale, con Laura Galliera presidente, aveva raccolto ben 25mila firme. “Sarebbe già importante avere entro fine 2019 il primariato di Medicina, senza dimenticare Anestesia e Pediatria” spiega Raffaele Favalli, ex sindaco ora in minoranza, che parla di sei mesi di ritardo rispetto al primo cronoprogramma presentato.

redazione@oglioponews.it 


 

© Riproduzione riservata
Commenti