Commenta

StraGussola, un successo
nella bellezza della golena:
375 partecipanti alla prima edizione

Assegnati premi speciali: al gruppo più numeroso, quello della Tazio Magni Basket con 54 atleti; al camminatore più anziano, classe 1935 ma in formissima; e alla più giovane, una bimba trasportata dai genitori sul passeggino, nata nel 2018. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

GUSSOLA – Un successo certificato dai numeri, ma che va in realtà al di là dei numeri stessi. Perché la prima StraGussola, camminata salutare con tre diversi percorsi da 3, 6 e 10 km tra centro storico, campagna e golena del comune casalasco, ha coinvolto 375 partecipanti ma ha soprattutto regalato scorci altrimenti poco visibili e mai abbastanza goduti.

Organizzata da Aido Gussola, Nordic Walking Gussola e Nordic Walking Mantova, col patrocinio del Comune di Gussola, la StraGussola ha infatti offerto la possibilità a tutti – senza la necessità di correre perché non vi erano classifiche, se non quella legata al gruppo più numeroso – di ammirare la golena, la Cascina Cartiera, il Centro Natura Amica, il Lancone, la Chiesa di Borgolieto, Cascina Trombini e ancora il Parco Lombardi e piazza Comaschi, da dove i gruppi sono partiti e arrivati. Al via anche i due sindaci dell’Unione Terrae Fluminis, Stefano Belli Franzini per Gussola ed Emmanuel Sacchini per Torricella del Pizzo.

Il percorso più breve, privo di barriere architettoniche, era adatto pure a persone con disabilità. Il colpo d’occhio, notevole per la quantità di persone sin dalle iscrizioni, ha puntato sulla qualità della proposta e degli scorci. C’è chi ha scelto di tenersi in forma, corricchiando o correndo sul serio, ad alta intensità; chi invece – la maggioranza – ha visto nella StraGussola essenzialmente una bella passeggiata; chi ne ha approfittato per portare a spasso l’amico a quattro zampe. La prima salita verso l’argine da via Madonnina per rompere il fiato, poi tutta golena, con le sue bellezze a volte sin troppo nascoste, diamanti grezzi che vanno invece recuperati tra natura e tranquillità di queste oasi appena lambite dall’uomo.

Un plauso da Carlo Stassano, presidente dell’Atletica Interflumina che di movimento se ne intende, mentre la Protezione Civile assieme ad altri volontari – tanti quelli che hanno consentito la perfetta riuscita della manifestazione – hanno fatto strada indicando la via ai vari camminatori o corridori. Spettacolari alcuni accostamenti nei pressi della vecchia cascina Cartiera, collegati ad attrezzi antichi e più moderni utilizzati per il lavoro nei campi. I punti ristoro per concorrenti (a due o a quattro zampe…) hanno aiutato tutti a concludere il percorso, prima dei premi speciali: al gruppo più numeroso, quello della Tazio Magni Basket con 54 atleti; al camminatore più anziano, classe 1935 ma in formissima; e alla più giovane, una bimba naturalmente trasportata dai genitori sul passeggino, nata nel 2018.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti