Commenta

Un caso di esadattilia anche
tra i Madonnari delle Grazie:
nuova scoperta di Franco Manfredi

"Negli ultimi anni - ricorda Manfredi - mi è capitato di notare, quasi per caso, in dipinti e affreschi tra il XV e il XVI secolo la raffigurazione di mani o piedi esadattili, sempre in personaggi sacri".
Nella foto un particolare dell'opera di Antonella Bertolucci

CASALMAGGIORE/GRAZIE – Un caso di esadattilia nell’arte sacra anche tra i Madonnari. Nella Fiera delle Grazie è stato possibile osservare anche questo. Al solito a scoprire l’esadattilia è stato Franco Manfredi di Casalmaggiore, ormai esperto in questo particolare campo.

“A ferragosto, con mia moglie e tre nipoti al seguito, mi trovavo ad ammirare le opere dei Madonnari – raccontava qualche giorno fa Manfredi, durante il periodo della Fiera delle Grazie -. Grande è stato lo stupore quando con la nipote più grande, Elena, davanti alla raffigurazione della Maddalena che asciuga con i capelli i piedi di Gesù, ci siamo guardati bisbigliando a bassa voce: “il piede ha sei dita, vedi anche tu?”. Increduli, abbiamo chiamato gli altri della comitiva per avere una conferma. E così è stato. L’immagine qui allegata non lascia dubbi. Si tratta di un caso di esadattilia nell’arte. Anche tra i Madonnari alla Fiera delle Grazie 2019”.

“Negli ultimi anni – ricorda Manfredi – mi è capitato di notare, quasi per caso, in dipinti e affreschi tra il XV e il XVI secolo la raffigurazione di mani o piedi esadattili, sempre in personaggi sacri. Il ripetersi di queste “scoperte”, tra la val Rendena e il Casalasco, mi ha portato a scrivere vari articoli di cronaca poi raccolti nel libro “Lo strano caso delle sei dita”. Quale mistero, o quale segreto, si cela dietro le sei dita che i nostri antenati, artisti o committenti, ci hanno lasciato? Nel nostro caso l’artista è dei nostri giorni, Antonella Bertolucci di Castellucchio”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti