Commenta

Composad al Furniture
Shanghai, export sale
all'88% del fatturato globale

Lo stand è costituito da archi con punti luce, attorno alle quali si sviluppa l’edera, simbolo di continuità e fedeltà, caratteristiche del Gruppo Saviola che, da oltre cinquant’anni, promuove una produzione etica a misura d’uomo e dell’ambiente che lo circonda.

SHANGHAI – Composad, divisione aziendale di riferimento nel settore del mobile del Gruppo Saviola, ha partecipato per il quinto anno consecutivo a Furniture Shanghai 2019, una delle principali Fiere a livello internazionale nel settore del mobile e dell’arredamento, giunta alla sua 25a Edizione in corso nella scenografica sede nel New International Expo Centre (SNIEC) nel cuore della capitale economica cinese. L’evento ha avuto inizio lunedì 9 e termina oggi, giovedì 12 settembre.

Il bilancio è molto positivo perché i numeri delle edizioni dell’esposizione richiamano ogni anno la presenza di oltre 21 mila visitatori provenienti da 132 Paesi differenti. Grazie a questa importante vetrina, rivolta principalmente al mercato asiatico, Composad ha stretto con la Cina importati relazioni commerciali e, per questa nuova edizione, si è presentata con uno stand che richiama l’heritage del design Made in Italy.

“Da cinque anni ormai garantiamo una presenza costante di Composad perché il gruppo guarda al mercato estero con continuo interesse confermato dai risultati – ha sottolineato il Presidente del Gruppo Alessandro Saviola –. La nostra è certamente una filiera unica e i nostri prodotti che sono interamente realizzati attraverso il processo di economia circolare sono sempre di più competitivi nel contesto internazionale perché rispondono ai criteri di sostenibilità e di tutela dell’ecosistema e della biodiversità grazia alla preservazione del nostro patrimonio boschivo e forestale”.

Presente a Shangai per questo importante appuntamento il Direttore Generale di Saviola Holding e Composad, Nicola Negri: “Composad conferma sempre più la sua vocazione internazionale, la quota di export è giunta al 88% del fatturato globale. L’obiettivo aziendale nel breve-medio periodo è di crescere ancora all’estero, consolidando la propria presenza nei mercati già aperti e contemporaneamente affacciarsi in nuovi. La Cina rappresenta uno degli snodi principali di tale percorso, infatti in pochi anni grazie anche alla partnership intrapresa con importanti operatori locali, i prodotti Composad hanno riscosso un notevole successo sul mercato orientale cogliendo in pieno le esigenze del pubblico sempre più attento ai valori dell’eco-sostenibilità e della qualità al giusto prezzo”.

Lo stand è costituito da archi con punti luce, attorno alle quali si sviluppa l’edera, simbolo di continuità e fedeltà, caratteristiche del Gruppo Saviola che, da oltre cinquant’anni, promuove una produzione etica a misura d’uomo e dell’ambiente che lo circonda. Incise nell’edera, emergono le parole chiave di Composad – eco-friendly, circular economy, easy to assemble – espressione delle principali caratteristiche del proprio prodotto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti