Commenta

Piadena Drizzona, la minoranza
presenta mozione di emergenza
climatica e ambientale

"A nome del gruppo ho contattato Persico che per primo ha deliberato in consiglio queste proposte - spiega il consigliere Volpi -. Lo ringrazio per aver svolto questo progetto nel suo Comune e poi per essere stato disponibile"

“L’effetto A.L.B.E.R.O.” continua ad espandersi nell’Oglio-Po. E’ il turno di Piadena Drizzona: il gruppo consigliare di minoranza “Piadena Drizzona, una Comunità che cresce” ha presentato e protocollato una mozione, come bozza di delibera, per richiedere lo stato di emergenza climatica e ambientale nel proprio Comune e adottare il progetto di riduzione del carbonio. “Sono azioni che non aiutano a cambiare il mondo, ma si dà il migliore esempio possibile – ha spiegato Andrea Volpi, insieme agli altri consiglieri Ivana Cavazzini, Andrea Cantoni e Nicola Ricci -, a partire dagli amministratori nei confronti dei cittadini e degli altri comuni”.

Un insieme di azioni, sviluppate da Davide Persico, sindaco di San Daniele Po e approvate nel proprio consiglio comunale, che hanno l’obiettivo di incrementare le aree verdi attraverso la piantumazione di nuovi alberi, creare attività didattiche ed educative nelle scuole, ridurre l’utilizzo della plastica e promuovere il risparmio energetico. “E’ un argomento che il tempo di oggi ci richiede di dare una risposta”, afferma Volpi. Per Piadena, in particolare, “chiediamo la tutela dell’acqua e promozione dell’utilizzo dell’acqua domestica nelle case, mediante l’installazione con Padania Acque di una casetta dell’acqua gratuita”, o ancora “la tutela e manutenzione del Bosco dei Nuovi Nati o i Lagazzi, quest’ultima poi zona UNESCO”, sostiene Ricci. Tutti elementi che non devono esseere sottovalutati, sostiene Cavazzini: “Nessuno pensa di cambiare il clima con un’azione così piccola, ma intanto c’è un tema educativo e di comportamenti virtuosi che vanno incentivati a partire da un’amministrazione comunale”.

“A nome del gruppo ho contattato Daniele che per primo ha deliberato in consiglio queste proposte – spiega ancora Volpi – . Lo ringrazio per aver svolto questo progetto nel suo Comune e poi per essere stato disponibile, insieme agli uffici tecnici, a fornirci tutta la documentazione documentazione necessaria. Speriamo che questa mozione venga inserita e approvata nel prossimo consiglio comunale”.

Jacopo Orlo

© Riproduzione riservata
Commenti