Commenta

Torre dè Picenardi, sfida vinta:
lavori interni alla scuola conclusi,
entro fine ottobre tetto e serramenti

E' stata data la precedenza ai lavori interni per consentire a studenti e professori di rientrare in classe regolarmente il 12 settembre, al suono della prima campanella, con le aule sistemate e ripulite dalla polvere inevitabilmente sollevata.

TORRE DE’ PICENARDI – Sfida accettata e vinta, nonostante le lungaggini della burocrazia, e nonostante un piccolo sforzo e un piccolo sacrificio chiesto ad alunni e insegnanti in questi primi giorni di scuola. A Torre dè Picenardi sono terminati, almeno per la parte interna, le operazioni di riqualificazione dell’edificio scolastico di piazza Roma: in questo modo la scuola è partita regolarmente giovedì senza impalcature o cantieri nelle aule o nei corridoi.

Non è stato semplice: in primis perché le elezioni di fine maggio, con la riconferma del sindaco Mario Bazzani, hanno messo in standby i lavori fino a che non fosse nota la composizione della nuova amministrazione; in secondo luogo perché l’appalto è cambiato per ben tre volte, con regole di volta in volta aggiornate, e questo ha fatto sì che la parte “attiva” dell’intervento potesse iniziare in effetti soltanto a luglio inoltrato.

In totale l’investimento è stato di 400mila euro per una manutenzione straordinaria che riguarda la sicurezza antisismica, il rifacimento del tetto e i nuovi serramenti. Proprio queste ultime due operazioni non sono ancora concluse: è infatti stata data la precedenza ai lavori interni per consentire a studenti e professori di rientrare in classe regolarmente il 12 settembre, al suono della prima campanella, con le aule sistemate e ripulite dalla polvere inevitabilmente sollevata.

Verso le fine di ottobre si concluderanno anche le operazioni esterne, ossia la sistemazione del tetto e l’ammodernamento dei serramenti, con oltre 50 pezzi che verranno sostituiti e sistemati. In questo caso i disagi sono circoscritti: non si potrà sostare nel cortile esterno, dove si trova la gru che lavora appunto sulla copertura e gli spazi per l’intervallo saranno leggermente limitati. Occorrerà inoltre fare attenzione alle prescrizioni legate alla sicurezza col cantiere esterno ancora aperto. Piccoli contrattempi, che però si sopportano volentieri, dato che a fine lavori Torre dè Picenardi avrà una scuola rinnovata e funzionale.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti