Un commento

Davide Mantovani, da
Sabbioneta a Londra: è artista
emergente nella Fair della City

Cinque le opere presentate alla Old Truman Brewery, in Handbury Street, uno dei centri espositivi più importanti di Londra, per la New Artist Fair, ossia un contenitore proprio per artisti non ancora sulla cresta dell’onda ma considerati interessanti. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

SABBIONETA/LONDRA – Un palcoscenico prestigioso, a Londra, per un figlio del comprensorio Oglio Po. Come se Davide Mantovani, architetto classe 1982 originario di Sabbioneta e da qualche anno, da marzo 2015 per la precisione, di stanza nella City, avesse trovato proprio nella capitale inglese l’ispirazione artistica giusta. Accanto alla sua professione, infatti, Davide ha riscoperto la sua passione per la pittura, mai davvero sopita ma cambiata: dall’acquerello e dai paesaggi, all’astrattismo espressionista, con una pittura più materica.

Davide è stato selezionato lo scorso weekend assieme a 110 artisti da tutto il mondo, tutti emergenti, dunque in cerca di visibilità e magari di qualche compratore per le opere. Soprattutto in cerca di apprezzamenti. Cinque in totale le opere da lui presentate alla Old Truman Brewery, in Handbury Street, uno dei centri espositivi più importanti di Londra, per la New Artist Fair, ossia un contenitore proprio per pittori, scultori o artisti in genere, non ancora sulla cresta dell’onda ma considerati già interessanti. Mantovani ha detto di essersi ispirato al suo lavoro da architetto, riprendendo il mestiere degli intonacatori e utilizzando in questo senso molte textures, sulle quali applica poi tagli o “ricami” artistici di vario genere.

Due delle sue opere sono state vendute. Intanto, nella terra di Shakespeare, non poteva mancare l’ispirazione legata al teatro: ormai da quasi tre anni Davide segue la strada del palcoscenico e a fine novembre sarà tra gli attori della compagnia Acting Gymnasium, che metterà in scena “A Doll’s House” di Henrik Ibsen, uno dei padri della drammaturgia moderna, presso il Theatro Technis a Camden Town.

G.G.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti