Commenta

Calvatone, fiera al via. Saranno
svelate le monete romane
E l'8 dicembre rivive la Vittoria Alata

Appuntamento al 6 ottobre. Intanto l'amministrazione è stata invitata l’8 dicembre al Museo Hermitage di San Pietroburgo, per un altro evento di livello mondiale: la presentazione della Vittoria Alata, ritrovata a Calvatone e custodita nel museo russo, dopo i restauri.

CALVATONE – Una fiera sul solco della tradizione, a Calvatone, della durata di ben due settimane, ma con un evento clou che già catalizza l’attenzione: domenica 6 ottobre, infatti, in anteprima mondiale, verranno mostrate fisicamente al pubblico le 144 monete di epoca tardo romana ritrovate negli scavi dell’area archeologica Bedriacum e presentate, mediante video e foto, un anno fa. Soltanto chi ha lavorato agli scavi, sin qui, ha potuto ammirarle “dal vivo”. L’amministrazione comunale aveva promesso che entro un anno quegli oggetti sarebbero stati mostrati materialmente e la promessa è stata mantenuta dal sindaco Valeria Patelli, in continuità con la precedente amministrazione Piccinelli.

L’evento, dal titolo “Sopravvivere alla Crisi” – che riprende il periodo in cui l’Impero Romano si avvicinava alla propria fine, epoca alla quale si riferisce il ritrovamento delle monete – si terrà alle ore 11 al Visitors Center, con repliche alle 16, alle 17 e alle 18 guidate sempre da Maria Teresa Grassi, docente dell’Università di Milano da poco insignita del titolo di cittadina onoraria di Calvatone, dove lavora agli scavi da 30 anni almeno. Proprio Patelli, assieme a Gianpietro Ruggeri e Gianni Beretta, presidente e vice della Pro Loco Bedriacum, che compie 20 anni in questo 2019 – pur essendo attiva, sotto altro nome, già dal 1976 – ha spiegato che l’autunno sarà particolarmente intenso dato che l’amministrazione comunale da lei rappresentata è stata invitata l’8 dicembre al Museo Hermitage di San Pietroburgo, per un altro evento di livello mondiale: la presentazione della Vittoria Alata, ritrovata proprio a Calvatone e custodita nel museo russo, dopo i restauri. Per questa data la Pro Loco sta già organizzando e raccogliendo molte adesioni per il viaggio in Russia, che porterà un po’ di casalasco più vicino al capolavoro che rende Calvatone nota nel mondo.

Insomma due momenti da segnare col circolino rosso sul calendario. La Fiera di Calvatone, in ogni caso, sarà un mix di cultura, sport, eventi di comunità, sempre apprezzati. Patelli, che sarà sindaco per la prima volta in tempo di fiera (e che è partita, ha ricordato Ruggeri, dalla Pro Loco), ha ammesso di essere molto emozionata e orgogliosa. Detto che il primo evento del 28 settembre è stato rimandato a data da destinarsi per un lutto che ha colpito il musicista mantovano Luca Bonaffini, si parte domenica 29 con la gara amatoriale in mountain bike sulle rive dell’Oglio, alla scoperta di scorci nuovi e nascosti, con visita anche all’oasi “Le Bine” e alla Casa dei Frati del 1400. Di questo evento si è occupato in particolare Beretta, che si è detto molto soddisfatto per il tracciato pensato in questa terza edizione.

Giovedì 3 spazio alla gara di briscola in palestra alle ore 21 (Memorial Angelo Dazzi a girone unico), venerdì 4 alla presentazione delle squadre della Polisportiva Bedriacum, con prima giornata del campionato di calcio open a sette, a conferma dell’unione di intenti e forze tra associazioni. Sabato 5 il lancio dei palloncini con i ragazzi delle scuole alle 16.30 aprirà ufficialmente la fiera con inaugurazione delle mostre di hobbisti, pittura e fotografia, e ancora lo spettacolo pirotecnico alle 21.30 e la focoleria, mentre domenica, dopo l’evento clou del mattino e con le bancarelle attive in via Umberto I tutto il giorno, fari puntati dalle 15 sull’area danza con esibizione di diverse compagnie locali. Alle 16.30, invece, artisti di strada con saltimbanchi e alle 18 brindisi per i 30 anni della Pasticceria Dolce Follia.

“La nostra fiera è molto apprezzata – ha detto Ruggeri – perché le famiglie si trovano bene e tutti gli spettacoli sono gratuiti, mentre non manca la possibilità di visitare il nostro mercatino”. Sempre attivo, per i piccoli, sarà il luna park. A proposito del programma, questo prosegue lunedì 7 con la doppia tombolata e la riapertura delle mostre in sala civica e martedì 8 col 69esimo Gran Premio di Calvatone, una delle corse ciclistiche più longeve della provincia di Cremona. Si chiude sabato, giocando in casa, alle 21 con lo spettacolo della compagnia dialettale locale “Ghe metum num Angelica”.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti