Commenta

Caos trasporti, segnali di
miglioramento, ma restano
criticità. Si muovono i sindaci

"Devo stare in apprensione sino a quando mia figlia non arriva a Viadana - racconta una di loro nella chat che raggruppa tutte le mamme che si sono unite alla protesta - ed anche stamattina era schiacciata vicino alla porta"
Nell'immagine il mezzo partito questa mattina da Vicomoscano

KM, qualcosa si muove. Non si sono risolti tutti i problemi, ma quantomeno qualche risposta in più è arrivata e si sta meglio di qualche giorno fa quando il problema era esploso grazie alle proteste delle mamme, alla segnalazione sugli organi di stampa e all’intervento del sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni che aveva contattato direttamente KM per far pressione ed ha voluto che le mamme fornissero tutti i dettagli per i viaggi dei propri figli, in modo da rapportarsi con l’azienda che eroga il servizio con tutte le opportune informazioni.

A Martignana questa mattina è passato il bus doppio, quello a ‘fisarmonica’ che ha potuto caricare tutti senza eccessivo disagio, stessa cosa sulla stessa linea al ritorno.”Oggi direi che è andata meglio – ci racconta una mamma di Martignana Po – Questa mattina alle 7.20 è arrivato il pullman a fisarmonica e mia figlia si è anche seduta. Pullman a fisarmonica anche al ritorno, alle 12.40 da Viadana a Casalmaggiore e da Casalmaggiore a Martignana. Oggi è riuscita a sedersi anche al ritorno, cosa che non è mai successa!”

A Casalmaggiore ne sono partiti due che si sono mossi pieni o quasi dalla pensilina di via Trieste. I problemi restano seri a Vicomoscano dove uno dei due mezzi proveniente da Casalmaggiore ha tirato dritto (probabilmente perché già a pieno carico) e all’altro non è restato che caricare il resto delle persone, con il caos di sempre.

“Devo stare in apprensione sino a quando mia figlia non arriva a Viadana – racconta una di loro nella chat che raggruppa tutte le mamme che si sono unite alla protesta – ed anche stamattina era schiacciata vicino alla porta”.

Le mamme non sono comunque rimaste ferme. Si sono mosse andando a chiedere chiarimenti alla stradale per quel che riguarda il carico, hanno chiesto informazioni dal punto di vista assicurativo e si sono contemporaneamente mosse con i sindaci, che hanno dato piena disponibilità a portare avanti le istanze dei genitori. Non solo il sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni, ma anche il sindaco di Rivarolo del Re Luca Zanichelli, quello di Gussola Stefano Belli Franzini e il primo cittadino di Martignana Alessandro Gozzi. Nei prossimi giorni i primi cittadini si incontreranno per un altro appuntamento già programmato da tempo ma affronteranno insieme la questione per vedere se è possibile venirne a capo in tempi brevi.

Per quel che concerne i treni, almeno per questa mattina, una buona notizia. Le carrozze di quello delle 7.15 erano 4 al posto delle solite due. “Quattro carrozze – ci scrive un pendolare – questa mattina la gente gridava al miracolo!”. Già, a volte rompere le scatole può sortire un qualche effetto. Con la speranza che sia duraturo e non un semplice fuoco di paglia.

Nazzareno Condina

Nella prima foto il pullman partito questa mattina da martignana, nelle altre due il ritorno.

© Riproduzione riservata
Commenti