Ultim'ora
Commenta

Dazi di Trump, colpo di
scure meno violento
sulle tipicità esportabili

rispetto allo scenario iniziale, nel quale venivano prospettati dazi al 100% che avrebbero distrutto i consumi di prodotti italiani oltreoceano, la tassa del 25% rappresenta un ostacolo che influira? certamente sul mercato, ma che non lo distrugger

«I dazi che gli Stati Uniti applicheranno sui nostri prodotti sono una misura ingiusta e pericolosa, contro la quale vi sara? da intraprendere una decisa azione politica. Va detto pero? che al nostro paese, rispetto ad altri, sembra essere andata meglio».

E? questa la posizione espressa da Confagricoltura Mantova, tramite il presidente Alberto Cortesi, all’indomani delle notizie riguardanti l’applicazione dei dazi americani alle merci provenienti dall’Unione Europea.

Le autorita? Usa hanno reso noto l’elenco dei prodotti soggetti a tariffe aggiuntive, e tra questi figurano le due Dop dei formaggi prodotte a Mantova, vale a dire Grana Padano e Parmigiano Reggiano.

Al momento esclusi invece vini, pasta, olio e salumi, altre categorie a rischio fino a poche ore fa: «E? innegabile – prosegue Cortesi – che il colpo da assorbire sara? duro, e non possiamo certo parlare di soddisfazione, ma rispetto allo scenario iniziale, nel quale venivano prospettati dazi al 100% che avrebbero distrutto i consumi di prodotti italiani oltreoceano, la tassa del 25% rappresenta un ostacolo che influira? certamente sul mercato, ma che non lo distruggera?».

Situazione da monitorare con attenzione insomma, ma il colpo di scure voluto da Trump si e? abbattuto con intensita? decisamente minore sul nostro paese: «Occorre coerenza – dice Cortesi – non si puo? gridare alla chiusura dei mercati e contemporaneamente impedire a priori la stipula di accordi. I trattati di libero scambio, soprattutto in circostanze politiche cosi? delicate come quelle attuali, sono fondamentali. Le associazioni che li hanno sempre ostracizzati cosa diranno ora a chi chiede aiuto per la vendita sui mercati esteri?».

Mantova, secondo i dati forniti da Regione Lombardia pochi giorni fa, e? il terzo mercato regionale per quanto riguarda l’export agroalimentare (nel suo complesso) con 332.206.160 euro nel primo semestre di quest’anno, dietro solo a Milano e Bergamo: «Ogni azione politica volta a minare questo dato – dice Cortesi – va combattuta con tutte le nostre forze. Su input di Confagricoltura infatti il ministro Bellanova ieri ha inviato una lettera alla Commissione Europea con la richiesta di istituire un fondo di compensazione per i produttori colpiti dai dazi».

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti