Commenta

Da Verolanuova a Bozzolo sulle orme
di don Primo: un messaggio
speciale dai pellegrini bresciani

Nella chiesa di Verola Don Primo fu ordinato sacerdote. Un grazie particolare è andato all’assessore Maria Luisa Pagliari ed ai volontari, di primo mattino già operativi per garantire ogni cosa.

BOZZOLO – E’ arrivato domenica a Bozzolo, proveniente da Calvatone, in questi giorni in fiera e con il saluto del sindaco Valeria Patelli, un sostanzioso gruppo di pellegrini da Ponte di Legno, guidati dal parroco Don Battista Dassa, con mascotte il cane Labrador che accompagna un non vedente. Sono partiti a piedi da Verolanuova e domenica sono giunti a Bozzolo, sulle orme di Don Primo Mazzolari. Hanno percorso in tre giorni i 75 chilometri di distanza dalla località bresciana a Bozzolo.

Nella chiesa di Verolanuova Don Primo fu ordinato sacerdote. Un grazie particolare è andato all’assessore Maria Luisa Pagliari ed ai volontari, di primo mattino già operativi per garantire ogni cosa. Tappa del pellegrinaggio, dopo Romprezzagno, lo stabilimento della Fioccarni, industria macellazione carni, per un meritato ristoro offerto dai titolari alla vigilia dell’apertura dell’importante impianto di macellazione. L’accoglienza è stata ad opera del sindaco di Bozzolo Giuseppe Torchio e di un gruppo di volontari civici. Poi i pellegrini sono passati dalla Trinità, la prima Parrocchia di Don Primo, alla Fondazione Mazzolari e ai luoghi del prete di Bozzolo, alla Messa in San Pietro, al pranzo al sacco ed alla sala civica con la proiezione di filmati e documentari su Don Primo Mazzolari, quindi alla mostra biennale nella Pinacoteca di Palazzo dei Principi. Una giornata intensa e di grande fascino nel segno di Don Primo.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti