Commenta

Metti una fotografa geniale in
un canile: Camilla Sarzi e le immagini
del calendario pro Calvatone

Era venuta a Calvatone per fare il suo mestiere, che è pure una passione profonda, Camilla Sarzi. Se ne è andata via felice di quel lavoro e felice di aver potuto apprendere qualcosa in più

CALVATONE – Ha voluto cimentarsi in un servizio speciale. Lei è Camilla Sarzi, una delle fotografe più estrose e geniali del territorio. Nulla per lei è scontato, e la sua fantasia si sviluppa spesso in scatti particolari, fuori da ogni schema. Ha voluto fare qualcosa per un canile, quello di Calvatone, dove ha respirato un’aria bella. In fondo la passione per gli animali l’ha sempre avuta. Soprattutto per i cani, come racconta lei stessa. Ha pensato ad un calendario, con gli scatti frutto di giorni di ricerca ‘sul campo’.

“Qua in zona – ci spiega – mi conoscono già da un po’ come fotografa di matrimoni, ritratti, eventi e così via, ma da sempre ho una passione per gli animali e in modo particolare per i cani. Lo scorso anno ho avuto l’occasione di partecipare ad un workshop sulla dog photography; queste due giornate mi hanno svelato un mondo nuovo in cui poter unire le mie due passioni e ho creato Zampe&Code, un progetto parallelo dedicato agli amici a 4 zampe”.

Non solo cani… “Oltre ai cani – prosegue Camilla Sarzi – ultimamente sto lavorando parecchio anche con i cavalli e i loro padroni. Ma in realtà nessuno si fissa sul numero di zampe o sulla specie! Il progetto del calendario benefico è nato dal voler fare pratica anche con cani non addestrati e nel contempo dare una mano al canile nella raccolta fondi e magari anche nelle adozioni attraverso le mie foto”.

Con l’ausilio dei volontari del canile il lavoro è stato divertente: “Devo dire che stare a giocare con quei pelosoni, o pelosini, ha dato forse più gioia a me di quanta potremo donarne a loro con la vendita del calendario. Questi pomeriggi di scatti, coccole, baci e tanti tanti wurstel mi hanno aperto il cuore e insegnato tanto, ho imparato che ogni cane ha i suoi tempi, il suo caratterino (vero, Spritz?), che le volontarie e i volontari si fanno un mazzo non da poco ad approcciarsi, in tanti casi, a qualcuno di così problematico e che se ci si relaziona con pazienza e calma anche il cane più timoroso o più iperattivo ti regalerà qualcosa, anche solo un bacino sul naso o un attimo di tregua per scattargli una foto!”

Era venuta a Calvatone per fare il suo mestiere, che è pure una passione profonda, Camilla Sarzi. Se ne è andata via felice di quel lavoro e felice di aver potuto apprendere qualcosa in più. Il lavoro che ne è uscito fuori è davvero straordinario. Un calendario che andrà a finanziare i bisogni degli amici (pelosi a quattro zampe o sorridenti a due) del canile. Pappe, medicine, cure. Un’opera importante, in uscita in questi giorni.

“Beh, se volete vedere cosa abbiamo combinato non vi resta che prenotarvi una copia del calendario”. Per prenotarlo basta scriverle tramite i suoi profili facebook (Camilla SirBiss Sarzi, Camilla Sarzi photoart) o alla mail info@zampeecode.it. O rivolgersi al canile di Calvatone. Intanto qualche foto in anteprima ve la diamo noi, insieme al frontespizio dell’opera con i quattro cuccioli che, nel frattempo, sono tutti andati a casa a tener compagnia e a portare un po’ di gioia a quattro famiglie diverse. E chissà che le immagini degli altri cani non possano servire a qualcuno per innamorarsi di chi è rimasto. Conoscendola, se anche uno solo di quei musi andasse a casa grazie ad una sua foto, ne sarebbe felice…

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti