Ultim'ora
Commenta

Trasporto scolastico, KM
tiene fede alle promesse. La
situazione pian piano migliora

C'è voluto tempo, ma una battaglia almeno è stata portata a casa: un gruppo di mamme unite e combattive sono davvero un'immensa forza della natura. E loro lo hanno dimostrato

Tutto (o quasi) come promesso. KM ha tenuto fede alla parola data modificando gli orari dei mezzi in partenza verso Viadana (un anticipo medio di 5 minuti che consente agli studenti di non aver bisogno della giustificazione per ritardo) e mantenendo mezzi più grandi ed idonei al trasporto collettivo. C’è soddisfazione tra le mamme che si tengono in contatto su WhatsApp e che ogni giorno monitorano la situazione a stretto contatto con i propri figli.

Partiamo da sabato: una delle richieste delle mamme era che vi fosse un mezzo di ritorno da Viadana alle 13, orario di ritorno da scuola, per Rivarolo del Re. Il mezzo effettivamente c’è stato per la gioia dei genitori che da anni dovevano organizzarsi per andare a prendere i propri figli all’uscita da scuola. KM aveva promesso di aggiungere la corsa richiesta, e così è stato.

Ieri da Martignana è partito il bus a ‘fisarmonica’ ed anche il ritorno è stato più agevole (nonostante qualche ragazzo in piedi) con un mezzo più grande ed idoneo. “Come promesso – spiega una delle mamme di Martignana – questa mattina (ieri, per chi legge, ndr) il bus è arrivato 5 minuti prima. All’andata tutto bene, al ritorno non c’era il bus a fisarmonica, ma il bus a tre assi, un po’ meno capiente e qualche ragazzo in più ha viaggiato in piedi. Comunque la situazione è migliorata”.

Anche a Vicomoscano il primo dei due mezzi è passato in anticipo “E mia figlia era seduta!” fa notare con contentezza una mamma.

Qualche picolo problema c’è stato, ma piccole cose comunque. E comunque c’è un po’ più di ottimismo: “Mia figlia mi diceva che un pullman per Viadana era semi vuoto e l’altro stipato, dal Romani a Viadana. Magari nei prossimi giorni si organizzano meglio”. Tutto risolto dunque, o quasi, almeno per chi dal casalasco viaggia verso Viadana. Il gruppo di WhatsApp comunque rimane attivo e le mamme promettono di continuare a monitorare la situazione anche nei prossimi mesi.

Una piccola vittoria – almeno per adesso – la loro. Frutto di una grande determinazione, ed anche della disponibilità di KM di mettersi in discussione e di modificare i propri ritmi a favore di una maggiore comodità dell’utenza. C’è voluto tempo, ma una battaglia almeno è stata portata a casa: un gruppo di mamme unite e combattive sono davvero un’immensa forza della natura. E loro lo hanno dimostrato.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti