Commenta

Lavori alla rete stradale,
un milione di euro dalla Provincia
di Mantova per i lavori nel 2020

Nel nuovo progetto, per garantire una buona transitabilità e salvaguardia della pubblica incolumità, ma anche per una maggiore efficienza organizzativa e amministrativa, si opterà per l’assegnazione a un’unica impresa.

MANTOVA – Ripresa di buche stradali e frane, rifacimento di brevi tratti stradali di asfalto per eliminare immediati pericoli alla circolazione, rimozione e sostituzione di piccole porzioni di barriere, pulizia della carreggiata in caso di presenza di inerti, di fossi, di tombini e di pozzetti sottopassanti la strada, pulizia e montaggio di segnali stradali e abbattimento di alberi d’alto fusto ed estirpazione delle relative ceppaie.
Sono gli interventi inseriti nel decreto firmato dal Presidente della Provincia di Mantova Beniamino Morselli che ha approvato il progetto definitivo – esecutivo per 1 milione di euro di lavori da effettuarsi nel corso del 2020.

L’intera rete viaria di competenza dell’ente di via Principe Amedeo si sviluppa su circa 1100 chilometri suddivisi in 5 reparti stradali. Attualmente, a supporto del personale del Servizio Gestione e Manutenzione Strade provinciali, per le operazioni descritte prima, si ricorre alle prestazioni di 5 ditte esterne.
Nel nuovo progetto, per garantire una buona transitabilità e salvaguardia della pubblica incolumità, ma anche per una maggiore efficienza organizzativa e amministrativa, si opterà per l’assegnazione a un’unica impresa.

Gli interventi sono inseriti nell’annualità 2019 del programma triennale dei lavori pubblici 2019 – 2021.
L’eventuale ribasso d’asta, a seguito dell’appalto verrà interamente utilizzato per interventi di ripresa delle buche, oltre a quelli principali previsti in progetto. “La situazione di degrado di parte della rete stradale è evidente – afferma il presidente Morselli -. Questo è dovuto al fatto che, per le sempre più accentuate restrizioni finanziarie imposte agli Enti Locali, negli ultimi anni, i fondi a disposizione per i lavori sono sempre diminuiti, a fronte, invece, di una maggiore necessità di manutenzioni dovuta all’inevitabile aumento della vetustà delle pavimentazioni stradali. Gli interventi degli esecutori tecnici dipendenti della Provincia come la ripresa delle buche, la manutenzione della segnaletica verticale, la regolare pulizia della sede stradale da inerti, diventano sempre più problematici visto che il personale in servizio non è sempre è in grado di intervenire tempestivamente. L’attività più difficoltosa è senza dubbio quella di ripresa di buche che si aprono sulla pavimentazione stradale anche a seguito di periodi di pioggia di breve durata. Da qui la necessità di integrare le prestazioni con ditte esterne”.

Attualmente il Servizio Gestione e Manutenzione e Strade per queste operazioni ricorre alle prestazioni di cinque imprese, distribuite sul territorio provinciale affidando loro direttamente i lavori. Con il loro personale, propri mezzi e materiale di consumo (conglomerato bituminoso a freddo) messo a disposizione dalla Provincia, provvedono ad eseguire questa attività, indispensabile al ripristino dello stato minimo di sicurezza delle strade provinciali. Queste operazioni vengono eseguite sotto il controllo dei 5 Responsabili di Reparto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti