Commenta

Alessandro Ziveri, il pendolare
della fede. Da Parma al Santuario
per rendere grazie a Dio

Da Parma a Casalmaggiore di chiese c'è ne sono parecchie, ma Alessandro ha scelto il Santuario della Madonna della Fontana perchè evidentemente qui trova l'atmosfera ideale per concentrarsi, meditare e pregare. Dando vita poi ad un accompagnamento musicale dolce

CASALMAGGIORE – Lo si vede ogni sabato mattina nella penombra del Santuario. Sempre seduto nel primo banco a sinistra aspetta con la sua chitarra appoggiata a terra il saluto del frate che si affaccia dalla porticina del chiosco. Si chiama Alessandro Ziveri, ha poco più di trent’anni e da una vita mantiene la tradizione di venire ad accompagnare con lo strumento la prima messa di ogni sabato mattina alla Fontana di Casalmaggiore.

Lo fa da un numero imprecisato di anni giungendo da Parma con ogni tempo e stagione. Sottoponendosi senza storie anche alle lunghe deviazioni a cui la chiusura del ponte di Casalmaggiore lo ha costretto per circa due anni. Perchè lo faccia appare evidente nel raccoglimento attraverso il quale aspetta l’inizio delle funzioni: una grande fede che non gli fa pesare la fatica e il sacrificio di rinunciare al riposo che il mestiere di magazziniere in fabbrica gli concederebbe al sabato mattina.

Da Parma a Casalmaggiore di chiese c’è ne sono parecchie, ma Alessandro ha scelto il Santuario della Madonna della Fontana perchè evidentemente qui trova l’atmosfera ideale per concentrarsi, meditare e pregare. Dando vita poi ad un accompagnamento musicale dolce, semplice, discreto assieme a qualche voce altrettanto suggestiva che volontariamente lo accompagna nel canto.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti