Commenta

A 16 anni dalla morte a
Nassiriya i carabinieri ricordano
il sottotenente Filippo Merlino

Alla cerimonia erano presenti i familiari della vittima, la vedova Alessandra, il figlio Fabio, la sorella Immacolata e il fratello Rocco, il Prefetto di Mantova, Dott.ssa Carolina Bellantoni, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Antonino Minutoli

VIADANA – Nella ricorrenza del 16° anniversario dell’eccidio in Nassiriya, ieri mattina alle 10.30, nel cimitero comunale di Viadana e è stato deposto un omaggio floreale sulla tomba del S.Ten. Filippo Merlino, allora Comandante della stazione locale Carabinieri, rimasto vittima, assieme ad altri commilitoni, nella strage di Nassiriya (Iraq) a seguito dell’attentato terroristico del 12 novembre 2003, durante la missione di Pace in Iraq, denominata “Antica Babilonia”.

Alla cerimonia erano presenti i familiari della vittima, la vedova Alessandra, il figlio Fabio, la sorella Immacolata e il fratello Rocco, il Prefetto di Mantova, Dott.ssa Carolina Bellantoni, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, Col. Antonino Minutoli, il Sindaco facente funzioni di Viadana ed i rappresentanti delle altre Forze di Polizia, oltre ad una folta rappresentanza di militari della Compagnia di Viadana e dell’Associazione Nazionale Carabinieri.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti