Commenta

Un futuro per i nostri fiumi,
conferenza alla Sala
Civica di Canneto sull'Oglio

Verranno approfondite le tematiche ambientali sia per capire lo stato di salute attuale dei nostri fiumi che strettamente connesse alla fauna ittica, ovvero come la stessa si sia modificata negli anni a causa di vari interventi antropici.

CANNETO SULL’OGLIO – Venerdi 15 novembre alle ore 20.30 presso la sala Civica di Canneto sull’Oglio si terrà la conferenza dal titolo “ Un futuro per i nostri Fiumi”. Saranno presenti anche per portare un saluto istituzionale  il Presidente del Parco Oglio Sud Alessandro Bignotti, recentemente rieletto dall’assemblea dei sindaci, il senatore della Lega Simone Bossi ed il consigliere regionale del Movimento 5 stelle Andrea Fiasconaro.

In particolare il Sen. Bossi sta promuovendo un disegno di legge a contrasto del fenomeno del bracconaggio ittico, lo stesso si sente molto vicino alle tematiche della serata e rinnoverà l’impegno per azioni concrete a supporto delle tematiche ambientali e del rispetto della legalità nelle acque interne. Diversi saranno i temi e gli spunti trattati con autorevoli relatori,  a partire dall’ aspetto storico-antropologico che vede le popolazioni rivierasche dei Comuni dell’Ecomuseo strettamente legate ai fiumi, un antico legame che è sfociato in numerose attività produttive come mulini, cartiere, segherie, filande ecc.. L’acqua è stata intesa come elemento vitale per varie generazioni, una risorsa primaria, che ha generato anche miti e tradizioni.

Inoltre verranno approfondite le tematiche ambientali sia per capire lo stato di salute attuale dei nostri fiumi che strettamente connesse alla fauna ittica, ovvero come la stessa si sia modificata negli anni a causa di vari interventi antropici. Il consigliere Nazionale di Fipsas Claudio Nolli, esporrà l’importante ruolo della Pesca Sportiva, a supporto della salvaguardia dei fiumi, in particolare nella lotta al bracconaggio ittico, mentre il Dott. Armando Piccinini fornirà una corretta informazione rispetto al tema dei pesci alloctoni, spesso considerati a torto come l’unica causa della scomparsa di molte specie di pesci autoctoni. Infine Vitaliano Daolio, pescatore professionista e gestore da circa quindici anni dell’Acquario del Po di Motta Baluffi, racconterà la sue esperienze di vita legate alle interessanti prospettive della pesca sportiva come veicolo ricettivo e turistico.

Gli organizzatori ritengono che i temi sopra esposti siano molto importanti e spesso poco trattati e conosciuti, il particolare il ruolo del pescatore può diventare in futuro sempre più importante come  sentinella del territorio e dell’ambiente, come di fatto accaduto nelle numerose segnalazioni e denuncie rispetto all’attività illecita del bracconaggio ittico che negli ultimi dieci anni, si stima possa aver abbattuto di circa il 70% la fauna ittica locale. Aemoc  è lieta di accogliere i partecipanti al termine dei lavori per offrire una visita gratuita al Centro di Documentazione dell’Ecomuseo situato all’interno del Museo Civico, che vede tra le varie sezione una sala dedicata al Fiume Oglio “autostrada dell’antichità”; l’associazione si pone inoltre l’obiettivo di replicare questo tipo di incontri in forma itinerante negli altri comuni aderenti all’Ecomuseo Valli Oglio Chiese.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti