Commenta

Eridano Adventure, il maltempo
non guasta la festa del Trail
e la promozione territoriale

Per il Casalasco una domenica mattina di sport che è anche promozione, partendo dal passaggio dentro il Teatro Comunale, che ha rappresentato una novità assoluta alla sesta edizione della corsa. In totale 203 i partecipanti. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

La sintesi dell’Eridano Adventure 2019 è nella scelta di Samuele Ghidini, 11 anni, più giovane partecipante, che al bivio tra il percorso da 7 e da 15 km, ha deciso d’istinto di andare avanti come tutti gli altri sul percorso più lungo. Un messaggio di divertimento ed empatia, la migliore pubblicità per l’evento.

Ciò premesso, è Enrico Gandolfi dell’Italpose, con il tempo di 50’30’’, il vincitore della sesta edizione dell’Eridano Adventure, corsa domenica mattina tra Casalmaggiore e Martignana di Po, tra centro cittadino casalese e zona golenale in particolare in territorio martignanese. Il maltempo ha scoraggiato qualche partecipante, ma la corsa è stata salvata anche per le revisione lampo di alcune parti del percorso, considerate troppo pericolose a causa delle condizioni meteo. Bravi dunque gli organizzatori, con Andrea Visioli in testa, a trovare una sorta di piano B con percorso leggermente accorciato, già studiato per tempo nel minimo dettaglio (un “cambio volante” non si improvvisa), dopo che Giove Pluvio non ha lasciato scampo. In totale 203 i partecipanti, di cui 105 iscritti alla 15 km, 45 alla 7 km e 53 alla 7 km non competitiva.

Come detto Enrico Gandolfi è giunto al primo posto nella 15 km competitiva, seguito da Patric Gaspari dell’Asd Amorotto, che ha chiuso al secondo posto in 51’15’’, terzo invece Enrico Fanti dell’Asdc Il Castello in 52’43’’. Tra le donne bene Marina Lazzarini dell’Atletica 85 Faenza, prima del gentil sesso al traguardo in 1h1’29’’, seguita da Valeria Poltronieri del Circolo Minerva in 1h2’52’’ e Silvia Motta del Cittadella 1592 in 1h3’26’’. Nella 7 km non competitiva, invece, primi al traguardo sono risultati Gianluca Boni di Casalmaggiore e Davide Lena di Salsomaggiore. Ricordiamo che l’Eridano Adventure in questa edizione chiude il campionato Trail di Parma, decidendo di fatto la classifica conclusiva. Per il Casalasco una domenica mattina di sport che è anche promozione territoriale, partendo dal passaggio dentro il Teatro Comunale di via Cairoli, che ha rappresentato una novità assoluta alla sesta edizione della corsa, con partenza e arrivo in piazza Garibaldi.

Da ricordare le tante collaborazioni che hanno dato vita a Eridano: partners di questa edizione sono Azienda Farmaceutica Municipale  (sponsor tecnico con il coinolgimento della Named, integratori specifici per lo sport, che ha messo a disposizione uno dei propri gonfiabili utilizzati nel giro d’Italia e prodotti specifici per il trail), Pro Loco Casalmaggiore (la parte logistica con la messa a disposizione degli spazi di pertinenza dell’ente di promozione turistica), il negozio di sport ControCorrente di Viadana (presente con uno stand di materiali specifici e tecnici con la messa a disposizione di scarpe test da utilizzare durante la competizione con i tre marchi Topo, La Sportiva e Salming), la pizzeria ristorante il Duomo di via Favagrossa di Nicola Lauro e Rosanna Sorrentino (che offre agli atleti il pasta party di fine gara), lo Studio Sinergy di Casalmaggiore che ha messo a disposizione il proprio personale per massaggi pre e post gara. Hanno collaborato inoltre la Polizia Municipale di Casalmaggiore e i gruppi di Protezione Civile di Casalmaggiore e di Martignana Po.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti