Commenta

Consorzio Casalasco Servizi
Sociali, ecco il "SaltaTempo":
come fare domanda

Le famiglie possono richiedere un contributo a rimborso delle spese effettuate fino ad un massimo di € 300,00 per ogni figlio di età compresa tra i 3 e i 17 anni oppure di € 1.000,00 per ogni figlio di età compresa tra i 3 e i 17 anni con certificazione di disabilità.

Il Consorzio Casalasco Servizi Sociali, come ente gestore dei servizi sociali per il territorio casalasco, ha indetto un bando a favore di famiglie con figli dai 3 ai 17 anni che usufruiscono di servizi per la conciliazione famiglia-lavoro denominato “SaltaTempo”. Il bando si pone a conclusione della programmazione dei piani conciliativi finanziati da Regione Lombardia che hanno visto il susseguirsi di diverse attività: dal Maggiordomo di Comunità alla Stireria Sociale passando per i contributi alle famiglie di lavoratori. Con SaltaTempo si vuole chiudere l’anno 2019 esaurendo le risorse a disposizione sostenendo le famiglie nel pagamento di servizi extra-scolastici.

Ma come funziona questa misura? Le famiglie residenti in uno dei 18 comuni del territorio Casalasco (Calvatone, Casalmaggiore, Casteldidone, Cingia de’ Botti, Gussola, Martignana di Po, Motta Baluffi, Piadena Drizzona, Rivarolo del Re ed Uniti, San Giovanni in Croce, San Martino del Lago, Scandolara Ravara, Solarolo Rainerio, Spineda, Tornata, Torre de’ Picenardi, Torricella del Pizzo, Voltido) possono richiedere un contributo a rimborso delle spese effettuate fino ad un massimo di € 300,00 per ogni figlio di età compresa tra i 3 e i 17 anni (17 anni e 364 giorni al 31/12/2019) oppure di € 1.000,00 per ogni figlio di età compresa tra i 3 e i 17 anni con certificazione di disabilità (art. 3 c. 1 o c. 3 l. 104/1992). La domanda può essere inoltrata compilando il format presente sul sito del Consorzio www.concass.it e può essere consegnata presso gli uffici di Casalmaggiore in via Corsica 1 oppure presso la sede dei Servizi Sociali del proprio Comune di residenza o ancora inviando tutta la documentazione all’indirizzo PEC amministrazioneconcass@legalmail.it. Le domande dovranno essere inoltrate entro e non oltre le ore 12.00 di venerdì 29 novembre 2019.

La domanda debitamente compilata dovrà essere accompagnata anche da una copia del documento di identità del richiedente e la certificazione che attesti l’importo speso per ogni figlio minore per mezzo di fatture o ricevute. Se la domanda verrà valutata idonea il contributo corrisposto alla famiglia coprirà per intero la spesa già sostenuta per ogni figlio minore e verrà addebitato direttamente sul conto corrente della famiglia. I servizi per cui può essere richiesto il contributo sono dopo-scuola, aiuto compiti, attività sportive erogate da cooperative sociali, associazioni, associazioni sportive, parrocchie, ecc. Il Consorzio resta a disposizione per rispondere a qualsiasi domanda o richiesta di informazioni. In merito è possibile scrivere un’e-mail all’indirizzo ufficiodipiano@concass.it oppure telefonare al numero 0375 203122.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti