Commenta

Nutrire il mondo, Degli Angeli (M5S):
“Lombardia valorizzi esperienza
di riduzione spreco alimentare"

"Spetta alle Istituzioni - prosegue Degli Angeli - e a ognuno di noi contribuire a questo cambiamento compiendo scelte quotidiane appropriate. Il messaggio che raccoglie questa conferenza è che dobbiamo investire in ricerca, prevenzione e promozione".

MILANO – Si sono conclusi nella serata di mercoledì i lavori della Conferenza dal titolo “Nutrire il Mondo” organizzata dal Movimento 5 Stelle della Lombardia a Palazzo Pirelli. L’evento segue l’incontro formativo in Commissione Regionale Sanità con il dottor Antonio Frustaglia, geriatra cardiologo e direttore medico di area socio sanitaria dell’Istituto Pietro Redaelli di Vimodrone (Mi), ideatore del progetto “Educare” una ricerca sulla fattibilità e i benefici dell’assunzione della dieta mediterranea nei pazienti cronici.

Marco Degli Angeli, Consigliere regionale del M5S Lombardia, commenta: “Il mondo contemporaneo pone sfide senza precedenti che riguardano la salute, l’ambiente, la rapida trasformazione della società e dei valori, nonché il delicato rapporto con una tecnologia in vertiginoso sviluppo. Da questo punto di vista una corretta alimentazione è tra le sfide più urgenti: dobbiamo prosperare dimostrandoci capaci di modificare il nostro stile di vita. Le sollecitazioni del dottor Frustaglia vanno prese sul serio: lavorando sull’alimentazione è possibile migliorare notevolmente la qualità della vita e le aspettative di arrivare in età avanzata in salute”.

“Spetta alle Istituzioni – prosegue Degli Angeli – e a ognuno di noi contribuire a questo cambiamento compiendo scelte quotidiane appropriate. Il messaggio che raccoglie questa conferenza è che dobbiamo investire in ricerca, prevenzione e promozione di stili di vita sani. La nostra alimentazione è cambiata con l’industrializzazione: dobbiamo legare il nostro futuro alla sostenibilità. Investire in alimentazione sostenibile è nutrire il pianeta e tagliare i costi sia del bilancio familiare che di quello regionale e statale. Su questo la Regione Lombardia deve lavorare di più e meglio: le esperienze di contenimento degli sprechi e la valorizzazione dei residui vanno promosse su tutto il territorio, negli ospedali, nelle mense scolastiche e nell’ambito della ristorazione. È possibile risparmiare all’anno fino a 5 miliardi di euro nella sola Lombardia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti