Commenta

Tenda di Cristo e Casalese
Academy insieme: in sala
Avis serata per i giovani

La volontà è di seguire una scaletta che crei un parallelo tra la lotta alle dipendenze e una partita di calcio, con il gol subìto che sta nella sconfitta nella vita, e il gol fatto e la successiva rimonta con vittoria, che rappresentano la capacità di uscire dal tunnel.
Nella foto la sala Avis di Casalmaggiore

CASALMAGGIORE – Una serata dedicata ai ragazzi del settore giovanile della Casalese Academy e ai loro genitori – più in generale al mondo adolescenziale e a chi è chiamato a crescerlo – per ascoltare vicende di vita vissuta da parte di chi ha visto il baratro e poi s’è rialzato. Venerdì 6 dicembre alle ore 20.45 in Sala Avis a Casalmaggiore, a pochi passi dall’Icio Ferrari casa della formazione biancoceleste, il titolo della serata sarà “Non buttare il tuo talento!”: un invito, una esortazione, che passerà dal racconto dell’esistenza, naturalmente narrato in prima persona, da parte di tre ragazzi ospiti della Tenda di Cristo. Tutti e tre hanno vissuto l’esperienza della tossicodipendenza e sono riusciti a sconfiggere (in qualche caso in via definitiva, in altri la lotta è ancora in corso) il grande male.

La serata è organizzata appunto da Casalese Academy, col presidente Damiano Tizzi, e dalla Tenda di Cristo, che sarà presente con Luca Maffi, coordinatore della comunità di San Giovanni in Croce, e con la dottoressa Giada Lodi Rizzini, che lavora proprio presso la struttura casalasca. Ma i veri protagonisti dell’evento, moderato dal giornalista Giovanni Gardani, saranno i ragazzi della Tenda di Cristo, che prima narreranno la loro storia, poi risponderanno alle domande dal pubblico. L’incontro, aperto a genitori e adolescenti, toccherà dunque principalmente le problematiche legate all’uso di alcol e sostanze stupefacenti. La volontà è di seguire una scaletta che crei un parallelo tra la lotta alle dipendenze e una partita di calcio, con il gol subìto che sta nella sconfitta nella vita, e il gol fatto e magari la successiva rimonta con vittoria, che rappresentano il riscatto e la capacità di uscire dal tunnel. Non a caso l’incontro ha una durata prevista di 90 minuti, come una partita di calcio…

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti