Commenta

Not only Brexit:
gli studenti del Sanfelice
di Viadana volano a Londra

Particolarmente coinvolgenti sono state le interviste con i Consoli italiani Francesco DeAngelis e Diego Solinas e con la docente presso la London School of Economics and Political Science, prof.ssa Cino Pagliarello.

LONDRA – Not only Brexit! E’ il manifesto di questo Progetto di mobilità transnazionale portato avanti dal Liceo Maggi dell’Istituto Sanfelice, che ha ottenuto un importante finanziamento grazie ai fondi europei PON per il Programma “Potenziamento della Cittadinanza Europea”, che ha permesso il soggiorno, totalmente gratuito, di 3 settimane a Londra per i 15 studenti selezionati, accompagnati dalle 4 docenti prof.sse Elisabetta Colombo, Milena Ienco, Mariasole Porpora e Patrizia Togliani.

Già nell’anno scolastico precedente un gruppo consistente di studenti di tutti i corsi del Liceo ha avuto modo, attraverso il modulo preparatorio di 30 ore dal titolo “ Citizens”, di implementare la conoscenza e l’approfondimento dei fondamenti storici e culturali della Cittadinanza Europea, di conoscere e intervistare testimoni diretti che operano a stretto contatto con i vari Organismi dell’Unione Europea, di sperimentare attraverso attività laboratoriali abilità specifiche di progettazione nel campo della cooperazione internazionale. Questo percorso ha costituito per 15 degli studenti partecipanti , insieme alla certificazione linguistica acquisita nel corso dell’anno, criterio di accesso al progetto di mobilità che è stato realizzato a Londra dal 17 novembre al 7 dicembre. Il potenziamento della lingua inglese è infatti parte integrante di questo percorso formativo.

Entrambi i percorsi progettuali sono stati accompagnati e sostenuti da numerosi Partners del territorio, che hanno fornito la loro collaborazione a vari livelli. Per quanto riguarda la tematica scelta, al momento della candidatura del progetto non si sarebbe potuta immaginare coincidenza più particolare per la tempistica della sua realizzazione. Le vicissitudini politiche del Regno Unito, le lacerazioni ideologiche tra favorevoli e contrari all’uscita del Paese dall’UE e le ripercussioni economiche che ne derivano, hanno offerto ai ragazzi importanti spunti per riscoprire le ragioni e i valori dell’Unione e le opportunità che essa offre per i giovani. Durante il soggiorno londinese gli studenti hanno vissuto diverse esperienze formative.

Particolarmente coinvolgenti sono state le interviste con i Consoli italiani Francesco DeAngelis e Diego Solinas e con la docente presso la London School of Economics and Political Science, prof.ssa Cino Pagliarello. Gli studenti hanno inoltre potuto confrontarsi con la testimonianza di alcuni nostri connazionali, Gianfranco Luppi consulente della MBA ed esperto di finanza e la studentessa di Scienze politiche e relazioni internazionali Elena Gentilini sull’ impatto che la questione Brexit sta avendo sugli Italiani che risiedono nell’ UK. Oltre alle attività formative e laboratoriali, gli studenti hanno avuto l’opportunità di visitare numerosi musei, siti storici e diversi quartieri, immergendosi nel turbinio della Londra moderna e multietnica.

Tutto ciò ha permesso sicuramente un’implementazione delle loro capacità di adattamento e di apertura a contesti culturali diversi, consolidando le competenze sociali e interpersonali, essenziali in ogni contesto di vita. I benefici del progetto ricadranno certamente non solo sui 15 studenti ma offriranno stimoli importanti all’interno del contesto scolastico e anche all’intera cittadinanza.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti