Ultim'ora
Commenta

Rebecca e le stelle del
panorama italiano: allo Zenith
la grande danza conquista

Su Facebook qualche polemica sta correndo perché è mancato un riconoscimento ufficiale a Rebecca al termine del concerto: per lei comunque gli applausi del suo pubblico sono la migliore medaglia possibile. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Uno spettacolo per gli occhi, che Casalmaggiore attendeva. L’etoile dell’Opera di Roma Rebecca Bianchi, casalese doc e che qui ha mosso i primi passi nel mondo della danza, ha incassato domenica sera il Cinema Teatro Zenith in piazza Garibaldi aprendo un cartellone di eventi che spazierà dalla danza, alla comicità all’intrattenimento e pure a spettacoli in musica. Tutto organizzato dalla Colosseo di Marco Bianchi e del casalese Franco Frassanito.

Il livello è stato eccelso e non poteva essere altrimenti, tenendo conto che – assieme a Rebecca Bianchi – erano presenti Michele Satriano e Gabriele Consoli, sempre del Teatro dell’Opera di Roma, Paola Giovanzana, Gioacchino Starace, Claudia D’Antonio e Salvatone Manzo per il Teatro San Carlo di Napoli, Camilla Cerulli, Marta Gerani ed Eugenio Le Pera per il Teatro alla Scala di Milano. Si tratta quasi esclusivamente di primi ballerini per ciascuna delle strutture citate. Tutti sono stati diretti magistralmente da Alessandro Rende, ballerino cresciuto professionalmente a Roma con un curriculum davvero prestigioso, che è peraltro nella vita il marito di Rebecca. Tra il pubblico massiccia la presenza femminile, un 80% schiacciante, come curiosità statistica in una serata comunque di emozioni.

Lo Schiaccianoci, Il Lago dei Cigni, La Bella Addormentata, L’altro Casanova e ancora Romeo e Giulietta, Follow Me, Il Corsaro, Diana e Atteone, A Study of Beauty, con i coreografi Petipa e Peparini, e non solo, a fare da capisaldi: tutti riferimenti che chi ama la danza classica non può ignorare, tutti proposti con bravura e cura quasi maniacale del dettaglio. Per Casalmaggiore una bella occasione non solo per celebrare e festeggiare una figlia di questa terra, ma prima di tutto per godere delle nuove leve della danza italiana del futuro. Quanto visto domenica sera è davvero il top a livello nazionale, considerando anche la provenienza dei vari artisti da più parti dello Stivale. Su Facebook qualche polemica sta correndo perché è mancato un riconoscimento ufficiale a Rebecca al termine del concerto: per lei comunque gli applausi del suo pubblico sono la migliore medaglia possibile.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti