Ultim'ora
Commenta

Fiasconaro (M5S): “ATS
ormai sembra parlare più
cremonese che mantovano”

"Se ai disagi legati all’approvvigionamento dei vaccini - prosegue Fiasconaro - sommiamo le dimissioni del primario del Reparto di Riabilitazione Cardiorespiratoria del Carlo Poma è evidente che la sanità mantovana è sempre più in sofferenza”.

“Nel mantovano la campagna antinfluenzale è partita con difficoltà le dosi sono state consegnate ai medici di famiglia in ritardo o in numero ridotto rispetto alle richieste”: a dichiararlo è Andrea Fiasconaro, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle. “Sul territorio c’è inoltre carenza di punti di riferimento. Tutto questo – spiega Fiasconaro – nel periodo in cui è più importante la somministrazione soprattutto nei soggetti a rischio. L’ATS Valpadana che comprende Mantova e Cremona, in cui Mantova è la sede, sempre più spesso sembra ‘parlare’ più cremonese che mantovano. Per questo con una interrogazione ho chiesto spiegazioni all’Assessore alla Sanità”. 

“Se ai disagi legati all’approvvigionamento dei vaccini – prosegue Fiasconaro – sommiamo poi le dimissioni del primario del Reparto di Riabilitazione Cardiorespiratoria del Carlo Poma e la chiusura per una settimana del punto prelievi di via Trento è evidente che la sanità mantovana è sempre più in sofferenza”.

redazione@oglioponews.it

 

Vaccini antinfluenzali. Fiasconaro (M5S): “ATS ormai sembra parlare più cremonese che mantovano”

© Riproduzione riservata
Commenti