Commenta

Ponti, M5S svela il riparto dei
fondi ministeriali tra Casalmaggiore,
Dosolo e San Daniele Po

"Sappiamo - aggiunge Zanichelli - che le necessità del nostro patrimonio infrastrutturale sono superiori rispetto a questo stanziamento, ma siamo orgogliosi di questa misura che finalmente interverrà su numerose infrastrutture ammalorat".

ROMA – E’ arrivata in queste ore la firma sul Decreto di Riparto del Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli, alla presenza del viceministro pentastellato Giancarlo Cancelleri in Conferenza Unificata, attraverso la misura inserita dal Governo Conte 1, che attribuisce 250 milioni di euro per la manutenzione di oltre 70 ponti (76 per la precisione) sul bacino idrico del Po. “Un investimento fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle che ritiene la manutenzione delle infrastrutture un nodo prioritario per il nostro paese” commenta il deputato pentastellato mantovano Alberto Zolezzi.

“E’ stato fatto un passo avanti – spiega sempre Zolezzi – per ulteriori importanti interventi nel nostro territorio:  la bozza con gli enti locali era presente dalla scorsa primavera ed è stata nostra premura sollecitare il nuovo Ministro fin dai primi giorni del suoi insediamento. Con questa firma procede l’iter della misura prevista dall’emendamento dell’ex Ministro Danilo Toninelli, che si è impegnato fin da subito per porre rimedio allo stato di degrado delle infrastrutture sul Po che per decenni son state dimenticate. Il provvedimento destina 50 milioni all’anno per 5 anni per la manutenzione (comma 891 della legge). I 250 milioni si sommano così ai 35 che vennero messi dal precedente Governo Gentiloni quando scattò l’emergenza con la chiusura del ponte di Colorno-Casalmaggiore nell’estate del 2017. Nel territorio cremonese e mantovano saranno finanziati interventi su ponti per noi molto importanti: Colorno-Casalmaggiore, Dosolo-Guastalla, Borgoforte, San Daniele Po e Isola Dovarese”.

“Ottime notizie per la nostra provincia – dichiara Marco Degli Angeli, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Lombardia -. Tra il 2019 ed il 2023 saranno destinati alla  provincia di Cremona ben 34.750.000 euro suddivisi nel corso degli anni ed in base agli interventi da attuare. Nel territorio cremasco arriveranno 870.000 euro tra il 2019 ed il 2021 per la manutenzione straordinaria del ponte sul fiume Serio lungo la SS 415 in territorio di Crema. Sono stati inoltre stanziati 150.000 per quest’anno per il ponte di Rivolta sul fiume Adda che insiste sulla SP 4 ed infine 230.000 tra questo ed il prossimo anno per la manutenzione del ponte di Crotta sul fiume Adda sulla SP 47. Anche nel cremonese arriverà un ingente quantitativo di fondi, esattamente 33.500.000 euro. Tale cifra servirà, tra l’altro, a costruire di sana pianta due nuovi ponti, uno sul fiume Oglio a Isola Dovarese e l’altro sul fiume Po tra Colorno e Casalmaggiore”. Aggiunge Degli Angeli: “Accogliamo con favore lo stanziamento di questi fondi e che, per la prima volta, dopo decenni, si è finalmente provveduto ad una mappatura dei manufatti e delle infrastrutture del nostro territorio. Questi fondi rappresentano una vera e propria boccata d’ossigeno per la rete viaria del sud-est della Lombardia”.

A entrare nel dettaglio è Davide Zanichelli, deputato M5S per la provincia di Parma. “Specifico che 12 di questi interventi, per complessivi 41 milioni di euro, interessano i ponti di quattro province emiliane, con diverse infrastrutture strategiche. Per quanto riguarda il cremonese e il casalasco-viadanese parliamo di:
– Ponte Verdi tra Roccabianca (PR) e San Daniele Po (CR) la cui manutenzione straordinaria verrà finanziata con ben 20.000.000 di euro, che si sommano ai 6.000.000 del precedente decreto, su questo ponte preciso che noi del Movimento 5 Stelle eravamo andati personalmente a Febbraio per sollecitare la provincia di Parma all’impiego del primo stanziamento;
– La progettazione di fattibilità tecnica ed economica del ponte tra Colorno (PR) e Casalmaggiore (CR) che viene finalmente finanziata con 1.500.000 euro da subito, e la cui costruzione, come abbiamo già detto, passerà ad ANAS che ha già i soldi necessari assegnati nell’accordo di programma definito questa primavera; Anche questo è un ponte per il quale, noi del Movimento 5 Stelle ci siamo spesi più volte per la sua manutenzione e tutela;
– Ponte sul Po tra Guastalla (RE) e Dosolo (MN) finanziato per 6.500.000 euro per manutenzione straordinaria che si sommano ai 3.800.000 già stanziati dal precedente decreto, questi ultimi per lavori non ancora avviati, e purtroppo non lo saranno fino a questa primavera, nonostante i nostri solleciti alla provincia e i nostri sopralluoghi”.

“Sappiamo – aggiunge Zanichelli – che le necessità del nostro patrimonio infrastrutturale sono superiori rispetto a questo stanziamento, ma siamo orgogliosi di questa misura che finalmente interverrà su numerose infrastrutture ammalorate. Per il Movimento 5 Stelle la manutenzione è sicuramente un intervento strategico. La vecchia politica negli anni si è occupata eccessivamente della costruzione di nuove infrastrutture spesso senza una pianificazione urbanistica sensata, causando un inutile consumo di suolo e lasciando nella totale incuria il patrimonio esistente, salvo poi ricordarsene troppo tardi quando ormai i danni sono fatti. Il Movimento 5 Stelle è favorevole alle opere che servono, ma è necessario in primo luogo occuparsi della manutenzione e della sicurezza delle infrastrutture esistenti. La prevenzione consente, infatti, di avere risultati più efficaci rispetto all’intervento in emergenza. Se vogliamo parlare di “grandi opere”, la manutenzione delle nostre infrastrutture è la prima grande opera di cui ha bisogno l’Italia”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti