Cucina e Gastronomia
Commenta

Antonio Santini, un cannetese è il primo non francese vicepresidente de Les Grandes Tables du Monde

Les Grandes Tables du Monde esiste da 65 anni e riunisce in tutto il mondo 181 ristoranti da 25 diversi paesi, ovviamente con standard gastronomici d’eccellenza, cercando sempre di difendere i valori della cucina tradizionale di qualità.

CANNETO SULL’OGLIO – C’è un uomo del comprensorio Oglio Po, di Canneto sull’Oglio per la precisione, al vertice dell’alta ristorazione mondiale. E’ Antonio Santini del ristorante “Dal Pescatore” di Runate di Canneto, una istituzione della cucina mondiale, capace di ottenere le tre stelle Michelin da anni. Per la precisione il ristorante “Dal Pescatore” è uno dei dieci 3 Stelle Michelin italiani ed è il primo degli attuali tristellati che ha ottenuto e che mantiene il massimo riconoscimento della Rossa addirittura dal 1996.

Santini è stato scelto come vice presidente dell’associazione Les Grandes Tables du Monde e la soddisfazione per lui è duplice: Santini è infatti il primo “non francese” a occupare una posizione così di rilievo nell’organigramma dell’associazione. Les Grandes Tables du Monde esiste da 65 anni e riunisce in tutto il mondo 181 ristoranti da 25 diversi paesi, ovviamente con standard gastronomici d’eccellenza, cercando sempre di difendere i valori della cucina tradizionale di qualità.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti