Commenta

Dreaming Charity Shop,
1300 euro per il pranzo con
Raspelli al Pescatore di Canneto

Il progetto vuole sostenere le famiglie con bambini malati di cancro costrette a lasciare la propria città e il lavoro per seguire il figlio nelle cure. Ciò significa aiutarle con un contributo mensile per coprire le spese di viaggio, l'alloggio, i beni di prima necessità.

CANNETO SULL’OGLIO – 1.300 euro per pranzare con Edoardo Raspelli al Pescatore di Canneto sull’Oglio (e la famiglia Santini regala l’ospitalità). Si è tenuto nel cuore di Milano, al Boga Space (in piazza Piemonte, poco distante dal Teatro Nazionale) il primo Dreaming Charity Shop, veste completamente rinnovata della Dreaming Night for Children. Un evento di solidarietà inclusivo e aperto al pubblico, uno speciale mercatino natalizio di beneficienza organizzato da Soleterre e Action Agency di Manuela Ronchi che ha celebrato l’Asta dei sogni, online su CharityStars per due settimane.

Grazie al Dreaming Charity Shop, ad una serie di donazioni e all’Asta dei sogni, che ha messo in palio dreaming experience uniche con 35 personaggi che hanno donato per l’occasione la propria immagine ed il proprio tempo all’asta, è stato possibile raccogliere la cifra più alta degli ultimi anni: oltre 30.000 euro andranno a contribuire al Programma di Soleterre “Grande Contro Il Cancro”, nello specifico nei reparti di onco-ematologia pediatrica di Pavia e Taranto. Il progetto vuole sostenere le famiglie con bambini malati di cancro costrette a lasciare la propria città e il lavoro per seguire il figlio nelle cure. Ciò significa aiutarle con un contributo mensile per coprire le spese di viaggio, l’alloggio, i beni di prima necessità e fornire loro tutta l’assistenza psicologica di cui hanno bisogno sia in ospedale sia a domicilio una volta terminate le cure.

La cifra più alta è stata 2.400 euro offerti per una visita a Coverciano con la Nazionale di Calcio; poi 1.500 euro per un incontro con Guglielmo Scilla Willwoosh. Tra le trentacinque “experience”, la terza più richiesta in assoluto (e prima tra le offerte della gastronomia ) è stata quella di Edoardo Raspelli che accompagnerà a pranzo due persone al celeberrimo Pescatore (a Canneto sull’Oglio, Mantova). “Tra l’altro la famiglia Santini, che manda avanti questo tempio della cucina italiana – dice Edoardo Raspelli – non vuole nemmeno il rimborso dei pranzi e quindi i 1.300 euro con i quali un appassionato ha vinto la gara andranno direttamente in beneficenza”. Le aziende che hanno contribuito al mercatino sono: Banfi, Belvedere Vodka, Bottega Verde, Brekka, Diadora, D’O, Dolce Forno, Fumè, Gribaudo, Inportineria, Massimo Nanni, Pomellato, Rado, Roi Edizioni, Slam, Sloggi, Tod’s, Tucano, Vincent, Brizzolari.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti