Commenta

Luciano, scomparso il
30 dicembre da Brescello:
ritrovato oltre confine

L'appello per la scomparsa era stato messo su tutti i gruppi di riferimento di facebook dalla figlia Martina, perché la preoccupazione era tanta, e condiviso da oltre 6 mila profili. Il papà Luciano era scomparso il 30 dicembre, senza più fare ritorno a casa

BRESCELLO – Un grosso sospiro di sollievo per la famiglia, che sta andando a recuperarlo. E’ stato ritrovato Luciano, l’uomo scomparso il 30 dicembre da Brescello. Era già 70 km oltre il confine, su un pullman diretto a Medjugorje. E’ stato identificato dalle forze dell’ordine croate, dopo che l’autista del pulman le aveva avvertite di quell’uomo che aveva manifestato evidenti segni di disagio. Identificato sono stati subito avvertiti i carabinieri della Compagnia di Guastalla e la famiglia che è partita per raggiungerlo e riportarlo a casa dall’ospedale in cui è stato ricoverato.

L’appello per la scomparsa era stato messo su tutti i gruppi di riferimento di facebook dalla figlia Martina, perché la preoccupazione era tanta, e condiviso da oltre 6 mila profili. Il papà Luciano era scomparso il 30 dicembre, senza più fare ritorno a casa.

“Mio padre si chiama Luciano abita a Brescello (RE), lo stiamo cercando dal 30 dicembre, manca anche la sua auto modello Hyundai i20 rossa. Chiunque l’avesse visto è pregato di contattarmi in privato. Il suo cellulare risulta staccato da giorni, aiutatemi a condividere, è già stata sporta una denuncia”. Luciano era stato visto da testimoni a Brescello a messa alle 11 il 29 dicembre, non si era mai allontanato da casa senza avvisare. Il cellulare risultava staccato da giorni.

Sino alla chiamata delle forze di sicurezza non era stata individuata nessuna traccia e la vettura – probabilmente lasciata nel luogo di partenza del pulman – deve ancora essere trovata. Comunque sia Luciano tornerà a casa, e questa era la cosa più importante.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti