Commenta

Viadana, domenica di
scena la 'classica' del rugby
allo Zaffanella contro Rovigo

La formazione annunciata dell’Im Exchange Viadana 1970: Spinelli, Souare, Ceballos, Pavan, Manganiello, Apperley, Bronzini, Casado Sandri, Ferrarini, Denti And. ©, Ghigo, Bonfiglio, Mazibuko, Garziera, Denti Ant.

VIADANA L’Im Exchange Viadana 1970 inaugura il nuovo anno con il derby lombardo, domenica 5 gennaio, alle ore 15:00, allo stadio Zaffanella andrà in scena una delle sfide più sentite, quella ai Campioni d’Italia di Calvisano. La formazione di Massimo Brunello non ha bisogno di grandi presentazioni essendo arrivata in finale scudetto nelle ultime sei edizioni del massimo campionato italiano, trionfando in quattro occasioni. Arbitrerà l’incontro Matteo Liperini di Livorno assistito da Manuel Bottino di Roma e Lorenzo Imbriaco di Bologna, quarto uomo Francesco Renzi di Parma. La squadra comandata da Victor Jimenez, seppur consapevole che il match di domenica sarà molto duro, è determinata a riscattarsi dalla sconfitta subita a Rovigo.

«Affronteremo una squadra consistente, piena di giocatori d’esperienza e di giovani promettenti. In settimana abbiamo lavorato molto, soprattutto sugli errori individuali che a Rovigo non ci hanno permesso di portare a casa la partita – afferma coach Jimenez –  Inoltre abbiamo provato altre soluzioni, Apperley mediano d’apertura e Ceballos centro. Si tratta per lo più di una scelta strategica, per provare a mettere più velocità sui tre quarti. Anche nel reparto degli avanti abbiamo fatto qualche cambio per dare più movimento al gioco. Mi aspetto una gara con molto ritmo».

La formazione annunciata dell’Im Exchange Viadana 1970: Spinelli, Souare, Ceballos, Pavan, Manganiello, Apperley, Bronzini, Casado Sandri, Ferrarini, Denti And. ©, Ghigo, Bonfiglio, Mazibuko, Garziera, Denti Ant.

A disposizione: Ribaldi, Breglia, Brandolini, Devodier, Grassi, Gregorio, Tizzi, Zaridze

Non disponibili per infortunio: Amadasi, Ciofani, Ferrarini A., Gelati, Mannucci, May, Saccà

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti