Commenta

Bozzolo ricorda i 250 anni
di Mozart in paese: era il 10 gennaio,
concerto il 18 e ricerca delle scuole

Ricordiamo che Mozart - all'epoca appena 14enne - inaugurò il Teatro Bibiena nella vicina Mantova il 16 gennaio 1770 mentre sei giorni prima, il 10 gennaio, come dimostra la targa nella casa di via Arini 43, soggiornò assieme al padre Leopold proprio a Bozzolo.

BOZZOLO – Due iniziative, per volontà di Comune e Parrocchia, sono in programma a Bozzolo per ricordare i 250 anni della presenza di Wolfgang Amadeus Mozart nel comune mantovano. Da un lato un concerto dell’Ensemble Salieri, formazione nata nell’ambito della Società Estudiantina, con il maestro Fava, la sera di sabato 18 gennaio (alle ore 21) nello splendido scenario acustico della Chiesa della SS. Trinità; dall’altro una ricerca storico musicale a 360 gradi della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo di Bozzolo con decine di pannelli elaborati dai ragazzi. Ricordiamo che Mozart – all’epoca appena 14enne – inaugurò il Teatro Bibiena nella vicina Mantova il 16 gennaio 1770 mentre sei giorni prima, il 10 gennaio, come dimostra la targa nella casa di via Arini 43, soggiornò assieme al padre Leopold proprio a Bozzolo.

Per quanto concerne il concerto del 18 gennaio il repertorio verterà su musiche di Mozart ma anche Vivaldi ed Haendel. Si tratta del concerto numero 124 per il Salieri, gruppo della Società Musicale Estudiantina, composto da Andrea Bresciani, Serena Pattacini, Davide Ingrosso, Sara Fuochi, Francesco Storti, Sebastiano Fortugno (tenore) e dal Maestro Fabio Fava.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti