Commenta

Star Wars, l'ascesa di Bastoni:
oggi il ragazzo piadenese vale 23
milioni ed è titolare fisso nell'Inter

Conte ha elogiato Alessandro dicendo che rappresenta il futuro del club, ed evidentemente anche il presente, se è vero che con l’inserimento di Bastoni nella linea a tre con Skriniar e De Vrij, è finito in panchina niente meno che Godin.

L’ennesima prestazione da urlo anche a Napoli e così facendo Alessandro Bastoni, difensore classe 1999 di Piadena Drizzona, si è preso l’Inter. La Gazzetta dello Sport lo ha celebrato nelle scorse ore, ripercorrendo la sua (giovanissima) carriera e soprattutto mostrando una cifra che meglio di tutte oggi esprime la forza, anche in prospettiva, del ragazzo: 23 milioni di euro è infatti il valore del suo cartellino. Bastoni è ormai un titolare dell’Inter di Antonio Conte, che lo aveva fortemente voluto trattenere in estate, notandone il grande valore già nel ritiro estivo. Nelle ultime 13 giornate è stato titolare in ben nove occasioni. La Gazzetta dello Sport spiega che i 31 milioni di valutazione stimati nel 2018 all’epoca erano una “iper-valutazione contabile che pareggiava qualche lavoro di plusvalenza sull’asse Inter-Atalanta. Oggi invece quella cifra fa un po’ meno rumore”.

Conte ha elogiato Alessandro (che riceverà il premio dal Club Luzzara di Cremona in uno dei prossimi match interni della Cremonese in serie B), dicendo che rappresenta il futuro del club, ed evidentemente anche il presente, se è vero che con l’inserimento di Bastoni nella linea a tre con Skriniar e De Vrij, è finito in panchina niente meno che Godin, ossia uno degli acquisti top del mercato estivo nerazzurro. “Ha personalità, gioca la palla, deve soltanto diventare più cattivo in difesa, ma già sa creare situazioni importanti” lo ha benedetto Conte. Del resto il dato statistico parla di 88% di passaggi completati, non male per un difensore e per un ragazzo del 1999 che da soltanto una stagione e mezza si è affacciato alla serie A da titolare, dopo l’esordio del 2017 con l’Atalanta. Il contratto con l’Inter dura fino al 2023 e il suo valore, già che siamo in tema di numeri, è di 23 milioni di euro. Destinato però a lievitare, proprio come la carriera di Alessandro. E così l’Inter è pronta a dare alla Nazionale Italiana di Roberto Mancini un difensore di prima fascia: a occhio e croce, in un club a forte prevalenza di stranieri, non accadeva dal Materazzi Mundial.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti