Commenta

Nel segno di Cavatorta: dopo
il compianto Giovanni, Nicola si
candida per l'amministrazione uscente

"Per quel che concerne il cambiamento, è stata questa amministrazione a farlo in questi quattro anni! E’ stata questa amministrazione a dare un’immagine di Viadana migliore di quella che è stata ereditata! I numeri parlano chiaro!" ha detto Nicola Cavatorta

VIADANA – Giovedì sera presso la sala Civica di galleria Virgilio, alla presenza dei vertici della Lega locali unitamente ai militanti, sostenitori, rappresentanti delle liste civiche di maggioranza in consiglio comunale e alla giunta Nicola Cavatorta ha ufficializzato la propria candidatura a Sindaco di Viadana per le elezioni amministrative 2020.

“Ringrazio tutti i presenti per questa dimostrazione di fiducia nei miei confronti – ha detto Cavatorta -. Sono stati tempi impegnativi, sotto tutti i punti di vista: personale (il riferimento è alla scomparsa, a maggio, del fratello Giovanni, sindaco in carica di Viadana, ndr) e anche politico. Il buon senso e la tenacia da parte degli amministratori e da parte della coalizione qui rappresentata, in questi mesi e anni ha prevalso. Buon senso ma anche determinazione, che mese dopo mese, anno dopo anno, si è materializza, si è concretizzata, nelle piccole ma anche nelle grandi cose. Chi non è pienamente d’accordo, non può negare il fatto che si siano poste le basi per un vero cambiamento. I risultati sono sotto gli occhi di tutti. Ho avuto modo di ascoltare e leggere, grazie alla relazione di mandato presentato dalla giunta in dicembre, il gran lavoro svolto in questi anni”.

“Nei mesi scorsi il mio sogno – ha aggiunto Cavatorta – era quello che questo percorso, questo progetto e questa coalizione composta da una Lega per quel che concerne la componente politica e le liste civiche per quel che riguarda l’amministrazione, continuasse. Ero preoccupato che tutto ciò potesse in qualche modo svanire a seguito del grave lutto che ci ha colpito. In questo periodo però ho avuto la dimostrazione, che oltre alle persone, oltre alle circostanze, si sia messa in moto una macchina che difficilmente può arrestarsi”.

“La mia disponibilità per dare una mano alla causa – ha proseguito Cavatorta – è nota a tutti, fin dalle dichiarazioni sulla stampa di fine agosto. Non ho imposto la mia candidatura a nessuno ma ho accettato di buon grado il consiglio e lo sprone di amici, conoscenti e amministratori a ragionare in tal senso. Pertanto se questa fosse stata motivo di lacerazioni o divisioni interne non avrei esitato a fare un passo indietro. Invece oggi sono qui a chiedere a tutti i viadanesi di fare un passo avanti insieme, uniti e coesi: dobbiamo fare quello che ci riesce meglio, dare il massimo di ciò che già stiamo facendo, lavorare per Viadana e le sue Frazioni”.

“Con qualcuno di voi, nei giorni scorsi, ci chiedevamo – ha sottolineato il candidato – se volessi impostare una campagna elettorale sulla continuità o sul cambiamento. La mia risposta è che la mia sarà una corsa per la continuità nelle idee, nei modi e nelle azioni. Ma anche per il miglioramento. Continuità perché e innegabile il buon lavoro svolto e miglioramento perché sarebbe ipocrita pensare che non lo si debba perseguire. Per quel che concerne il cambiamento invece, concedetemelo, è stata questa amministrazione a farlo in questi quattro anni! E’ stata questa amministrazione a dare un’immagine di Viadana migliore di quella che è stata ereditata! I numeri parlano chiaro!”.

“Dobbiamo concentrarci su noi stessi – ha concluso Nicola Cavatorta – cercando di dare il meglio nelle relazioni tra di noi e nei confronti dei viadanesi. Nelle prossime settimane saremo immersi in una campagna elettorale impegnativa, e già da subito sarò a disposizione della cittadinanza per raccogliere i punti fondamentali del nostro Programma. Saranno punti fermi e decisi, nel rispetto della legalità, con uno sguardo al futuro nel lungo periodo e sempre con Viadana in Testa!”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti