Commenta

Viadana, Pd all'attacco
dell'amministrazione: "La
politica del fumo negli occhi"

"Il "grande" miglioramento della riduzione del debito ottenuta è solo illusoria, poiché la prossima amministrazione per colmare e rimediare il danno ereditato dalla attuale, dovrà investire dieci volte tanto la cifra solo virtualmente risparmiata".

VIADANA – “Come Gruppo Consigliare del Partito Democratico di Viadana vorremmo replicare alle dichiarazioni apparse sulla stampa dell’Assessore Bellini (il quale si erge come il paladino della sicurezza, anche se rimane indiscutibile che i furti e i vandalismi toccano quotidianamente Viadana), con le quali accusa gli attacchi di una non ben precisata parte politica, spiegando che per questo motivo i lavori del Palasport sono fermi”.

Inizia così il comunicato del Partito Democratico di Viadana. “Vorremmo ben vedere chi avrebbe il coraggio di affermare il contrario, visto che la realizzazione dell’opera, dopo oltre due anni, è solo al 44%, con un aumento dei costi di oltre un milione di euro rispetto a quelli preventivati, siamo a quasi 3 milioni di euro per ora (tanto sbandierati sui giornali) e non è dato sapere quando riprenderanno o quando finiranno i lavori”.

“I membri della giunta dicono “presto”; ma cosa significa presto? A noi sembra – prosegue il comunicato – uno dei soliti modi per prendere tempo in campagna elettorale. Inoltre anche il facente funzioni da Sindaco, Alessandro Cavallari, butta tanto fumo negli occhi dei viadanesi affermando che loro lasciano (speriamo presto) un Comune in una situazione migliore di come lo hanno trovato loro, avendo ridotto il debito e realizzato opere “eccezionali di asfaltatura” e ciclabili, miglioramenti ambientali, ecc. Ma l’asfaltatura non è altro che manutenzione ordinaria e quindi un obbligo per gli amministratori e non un vanto! Tra l’altro la situazione stradale è un disastro dichiarato, come è un disastro l’edilizia scolastica (zero investimenti), con scuole nei cui locali piove dentro e classi in ambienti non idonei”.

“E le ciclabili? Noi abbiamo realizzato chilometri e loro? Qualche centinaio di metri, e non di più – prosegue il Pd – tra l’altro dove già esistevano. E l’ambiente? Nel concreto, e non con la solita aria fritta della nuova ditta della raccolta rifiuti (la percentuale di differenziata è la stessa o addirittura diminuita), quante piante, parchi o altre iniziative concrete per l’educazione ambientale scolastica hanno messo in porto e concluso? E’ sotto gli occhi di tutti i viadanesi questo vergognoso ed incontrovertibile dato. Per non parlare della Cultura, degli Eventi, della fuga del personale verso altri enti, del Piano del traffico e del Pgt mai nemmeno sfiorato; anche in questi casi siamo all’anno zero, e sulla sanità anche qui ci vorrebbe un capitolo a parte, per dimostrare l’immobilismo totale della giunta capace solo di nominare un consigliere delegato e mai intervenuto sull’argomento”.

“Concludendo, ma dov’è il famoso cambiamento promesso – chiedono dal Pd – e tra l’altro già ventilato nella prossima campagna elettorale? Non è stato cambiato un dirigente o altre figure chiave, per cui ribadiamo con forza e con i dati alla mano che il “grande” miglioramento della riduzione del debito ottenuta è solo illusoria, poiché la prossima amministrazione per colmare e rimediare il danno ereditato dalla attuale, dovrà investire dieci volte tanto la cifra solo virtualmente risparmiata”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti